Gli atleti paralimpici e i Gruppi Sportivi Militari

Verrà illustrata domani, 17 aprile, nel corso di una conferenza stampa in programma a Roma, a Palazzo Montecitorio, una Proposta di Legge presentata dalla deputata Giusy Versace, membro della Commissione Affari Sociali della Camera, tramite la quale si chiede di equiparare il trattamento economico degli atleti paralimpici, in forza ai Gruppi Sportivi Militari, a quello degli atleti “normodotati” e di offrir loro la stessa opportunità lavorativa al termine della carriera agonistica, consentendo di scegliere se congedarsi o prendere servizio, ciò che con le attuali normative non accade

Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa (foto del 2016)

Una foto di repertorio riguardante un raduno del 2016 del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa

Verrà illustrata domani, 17 aprile, nel corso di una conferenza stampa in programma a Roma, a Palazzo Montecitorio (ore 13), una Proposta di Legge presentata dalla deputata Giusy Versace, membro della Commissione Affari Sociali della Camera, con Delega alle Pari Opportunità e alla Disabilità, tramite la quale si chiede di equiparare il trattamento economico degli atleti paralimpici, in forza ai Gruppi Sportivi Militari, a quello degli atleti “normodotati” e di offrir loro la stessa opportunità lavorativa al termine della carriera agonistica, consentendo di scegliere se congedarsi o prendere servizio, ciò che con le attuali normative non accade.
All’incontro prenderanno parte Mariastella Gelmini, presidente dei Deputati di Forza Italia, Giorgio Mulè, portavoce dei gruppi di Forza Italia alla Camera e al Senato, Claudio Arrigoni, giornalista sportivo e firma del «Corriere della Sera» e della «Gazzetta dello Sport», Giovanni Malagò,  presidente del CONI e Luca Pancalli, presidente del CIP (Comitato Italiano Paralimpico). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa Giusy Versace (Manuela Merlo), info@gmicomunicazione.it.

Stampa questo articolo