Mobilità significa autonomia e libertà: lo dice anche un disegno sugli autobus

Due autobus di linea di Lucca saranno allestiti per tre mesi con un grande disegno voluto per sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti delle persone con disabilità e realizzato dall’illustratore Michele Russo: consiste in questo la campagna di sensibilizzazione sulla disabilità promossa da CTT Nord (Compagnia Toscana Trasporti Nord), in collaborazione con le Associazioni ANMIL e UICI, presentata nei giorni scorsi nella città toscana. «Proporremo l’iniziativa – dichiarano dall’ANMIL – anche ad altre compagnie di trasporto locali»

Autobus di CTT Nord con manifesto sulla disabilità

Il grande manifesto sulla fiancata dell’autobus di CTT Nord, con il disegno realizzato da Michele Russo

Come avevamo segnalato nei giorni scorsi, è stata presentata a Lucca una campagna di sensibilizzazione sulla disabilità promossa da CTT Nord (Compagnia Toscana Trasporti Nord), azienda di trasporto pubblico locale che svolge il proprio servizio nelle province di Lucca, Pisa, Livorno e Massa Carrara, in collaborazione con l’ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) e l’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), appositamente creata dal giovane ma già noto illustratore romano Michele Russo.
Per la durata di tre mesi, dunque, due autobus di linea di Lucca saranno allestiti con un grande manifesto della campagna che mira a portare all’attenzione dell’opinione pubblica il tema dei diritti delle persone con disabilità, attraverso un’accattivante vignetta realizzata appunto da Russo.

«Siamo onorati di avere offerto la nostra collaborazione a CTT Nord – ha dichiarato per l’occasione Max Mallegni, presidente dell’ANMIL di Lucca – che ha saputo comprendere l’importanza di un valore come quello dell’inclusione e del rispetto delle diverse esigenze dell’utenza in quanto la mobilità significa autonomia e libertà. Dal canto nostro provvederemo a diffondere la campagna attraverso le 105 sedi della nostra Associazione presenti in tutta Italia, proponendo l’iniziativa ad altre compagnie di trasporto locali».
«È un piacere poter collaborare con una società come CTT Nord – ha aggiunto Massimo Diodati, presidente dell’UICI di Lucca – che sa ascoltare le esperienze dei suoi utenti, soprattutto di quelli con bisogni speciali, e ne accoglie le criticità individuate, al fine di delineare insieme percorsi progettuali che possano contribuire all’integrazione e all’autonomia di tutti».

Alla presentazione ha partecipato lo stesso Michele Russo, che si è detto orgoglioso di essere stato chiamato ancora una volta dall’ANMIL, per poter parlare di temi a lui particolarmente cari, dopo il progetto che lo aveva già visto realizzare le vignette dell’opuscolo dedicato Faccende pericolose, dedicato agli infortuni in àmbito domestico e promosso sempre dall’ANMIL in occasione della Giornata Internazionale della Donna dell’8 marzo.
«L’immagine che ho voluto ideare per questa campagna – ha spiegato Russo – intende rappresentare la capacità che è in ogni essere umano, con o senza disabilità, di poter contribuire alla realizzazione di un ‘io’ più grande, più forte e probabilmente migliore, semplicemente offrendo una parte di se stessi. Ognuno dei soggetti disegnati ha una disabilità fisica, che però non impedisce loro di mostrare la parte migliore e, tutti insieme, riescono a far sentire la propria voce, contribuendo alla creazione di un “essere perfetto”, costruito sulle proprie debolezze e la propria umanità».

In rappresentanza di CTT Nord, la consigliera di amministrazione Simona Deghelli ha ricordato che «in tutto il territorio coperto dalla nostra Compagnia, questa è la prima iniziativa del genere. Volevamo infatti rappresentare che il diritto alla mobilità è un diritto di tutti i cittadini, quali che siano le loro caratteristiche. Ogni fruitore del servizio, infatti, ha diritto al rispetto delle sue esigenze. In poche parole, abbiamo voluto realizzare una semplice lezione di educazione civica, a cui vorrei aggiungere una riflessione: ognuno di noi ha sempre qualcosa da imparare e da insegnare, basta volerlo. Dagli amici qui presenti ho imparato molto e spero che questo sia solo l’inizio di un lungo cammino che ci vedrà a fianco nel pensare, progettare e sviluppare un trasporto pubblico adatto a tutti».

«Siamo orgogliosi di aderire a questa campagna – ha concluso Gabriele Bove, assessore alla Mobilità del Comune di Lucca -, davvero innovativa e significativa anche a livello nazionale. La nostra città, del resto, è impegnata da tempo nel percorso di abbattimento delle barriere architettoniche e come Amministrazione Comunale stiamo lavorando per l’accessibilità del centro storico, che dovrà diventare un luogo più facilmente percorribile. La stessa attenzione viene dedicata da anni anche al trasporto pubblico locale, pensando ad esempio alla realizzazione di fermate accessibili a tutti. Vogliamo pertanto continuare su questa strada e in questo caso affrontiamo la disabilità anche dal punto di vista della comunicazione, per abbattere differenze e pregiudizi e avvicinare le persone». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: comunicazione@anmil.it.

Stampa questo articolo