Professione interprete LIS: per una vera accessibilità

È organizzato dall’ANIOS (Associazione Interpreti di Lingua dei Segni Italiana) e potrà contare sulla partecipazione di alcuni autorevoli rappresentanti istituzionali, oltreché di vari esperti del settore, il convegno in programma per domani, 29 maggio, a Roma, intitolato “Professione interprete LIS. Per una vera accessibilità”. «Obiettivo dell’incontro – spiegano i promotori – è quello di approfondire e definire le tematiche connesse al formale riconoscimento del ruolo professionale e della funzione sociale dell’interprete di Lingua dei Segni Italiana»

Interprete LIS durante un convegno

Un interprete LIS durante un convegno

È organizzato dall’ANIOS (Associazione Interpreti di Lingua dei Segni Italiana) il convegno che si terrà domani, mercoledì 29 maggio, a Roma (Senato della Repubblica – sede Istituto di Santa Maria in Aquiro, Piazza Capranica, 72, ore 9.30), intitolato Professione interprete LIS. Per una vera accessibilità. «Obiettivo dell’incontro – spiegano i promotori – è quello di approfondire e definire le tematiche connesse al formale riconoscimento del ruolo professionale e della funzione sociale dell’interprete di Lingua dei Segni Italiana».

Moderati da Benedetta Marziale – docente in numerosi corsi di formazione e aggiornamento sulla disabilità uditiva, nonché coordinatrice dello Sportello di Informazione e Consulenza sulla Sordità dell’Istituto Statale per Sordi di Roma – i lavori saranno aperti da Bianca Laura Granato, senatrice, componente della VII Commissione Cultura di Palazzo Madama, Giuseppe Petrucci, presidente dell’ENS (Ente Nazionale Sordi), un rappresentante dell’ANIMU (Associazione Nazionale Interpreti di Lingua dei Segni Italiana), Ivano Spano dell’Istituto Statale dei Sordi di Roma e Maria Chiara Andriello della Direzione di RAI Pubblica Utilità.

Sono previsti quindi gli interventi di Lucia Rebagliati, presidente nazionale dell’ANIOS; Humberto Insolera dell’EDF (European Disability Forum); Ivana Bucko e Marinella Salami dell’European Forum of Sign Language Interpreters; Anna Cardinaletti del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’ Foscari di Venezia; Franco Valente, direttore  di Confprofessioni e Fondoprofessioni; Giovanni Liotta, presidente di Federnotai; Stefano Marrone, presidente di AIIC Italia (Association Intérnationale des Interprètes de Conférence).

Concluderà l’incontro una tavola rotonda con la partecipazione di Vincenzo Zoccano, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con Delega alla Famiglia e alle Disabilità; Valentina Aprea, deputata, componente della VII Commissione Istruzione della Camera; Elvira Raviele, capo ufficio legislativo del Ministero dello Sviluppo Economico; Olga Capirci, responsabile dell’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione (ISTC) del CNR; Giuseppe Sangiovanni della Direzione di RAI Pubblica Utilità. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa ANIOS (Manuela Izzo), manuela.izzo@virgilio.it.

Stampa questo articolo