- Superando.it - http://www.superando.it -

Il Premio Alessandra Bisceglia e le parole giuste per le malattie

Alessandra Bisceglia

Alessandra Bisceglia, la giornalista e autrice televisiva scomparsa a 28 anni nel 2008, a causa di una malformazione vascolare gravissima e rara, alla quale sono dedicati sia la Fondazione W Ale, che il Premio Giornalistico per la Comunicazione Sociale

È in programma per il pomeriggio di domani, giovedì 30 maggio, presso l’Aula Magna dell’Università LUMSA di Roma (Borgo Sant’Angelo, 13, ore 16.30), la cerimonia di premiazione del 3° Premio Giornalistico Alessandra Bisceglia per la Comunicazione Sociale.
Insieme all’Università LUMSA di Roma, e in collaborazione con l’Ordine Nazionale dei Giornalisti, il Vicariato di Roma e l’Istituto Superiore di Sanità, a promuovere tale iniziativa è la Fondazione Alessandra Bisceglia W Ale ONLUS, impegnata in favore dello studio e della cura delle patologie vascolari del bambino, e dedicata alla giovane giornalista e autrice televisiva scomparsa a 28 anni nel 2008, a causa di una malformazione vascolare gravissima e rara.
Il Premio è stato dunque istituito a memoria del coraggio e dell’iniziativa di Alessandra, nell’intento di riconoscere e stimolare l’impegno sia dei giovani che si apprestano alla professione di giornalisti, sia degli studenti delle Scuole di Giornalismo riconosciute dall’Ordine, con l’obiettivo di diffondere e sviluppare una cultura della solidarietà e dell’integrazione delle persone con disabilità, con particolare attenzione all’equità nell’accesso alla cura.

Ad aprire l’evento saranno Donatella Pacelli, docente dell’Università LUMSA e vicepresidente della Fondazione Bisceglia, Francesco Bonini, rettore della LUMSA, Lorenza Lei, presidente onorario della Fondazione Bisceglia e Paola Spadari, presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio.
Per l’occasione è prevista anche la tavola rotonda intitolata Malattie: le parole giuste, introdotta e coordinata da Andrea Garibaldi, giornalista e socio fondatore della Fondazione Bisceglia, cui parteciperanno Gioia Di Biagio, artista colpita dalla sindrome di Ehlers Danlos, autrice del libro Come oro nelle crepe, Pamela Pompei, regista e autrice del docufilm Attraverso te, storie di Siblings, Fabio Zavattaro, direttore scientifico del Master in Giornalismo della LUMSA Master School, Vincenzo Morgante, direttore di TV2000, Roberto Natale del Settore Responsabilità Sociale della RAI, Paolo Ruffini, prefetto del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede, Mirella Taranto, capo ufficio stampa dell’Istituto Superiore di Sanità e Marco Tarquinio, direttore di «Avvenire».

Tre le categorie in concorso (Agenzie e Stampa, Radio-Televisiva e Web), con i vincitori che sono stati selezionati in una rosa di ventiquattro finalisti provenienti da tutta Italia e che verranno premiati da Lorenza Lei, Vincenzo Morgante e Marco Tarquinio.
Verrà inoltre consegnato un riconoscimento speciale alle testate che maggiormente si sono distinte nell’informazione sulle Malattie Rare e a consegnarlo saranno Eleonora Daniele, giornalista e conduttrice televisiva, Andrea Garibaldi e Rita Pinci, giornalisti.
L’evento sarà concluso da Serena Bisceglia, presidente della Fondazione Bisceglia. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@premioalessandrabisceglia.org.