- Superando.it - http://www.superando.it -

Viaggio insieme a Federico nel paese dell’autismo

Copertina di "L'isola di noi. Guida al paese dell'autismo"

La copertina del libro “L’isola di noi. Guida al paese dell’autismo”, il secondo pubblicato da Federico De Rosa

«Non riuscire a comunicare parole emozioni sentimenti non significa non provare nulla»: lo ha scritto Federico De Rosa, giovane romano affetto da disturbo dello spettro autistico, che sin da adolescente ha incominciato a scrivere e a raccontare il proprio mondo interiore, diventando – dopo avere conseguito il diploma di scuola superiore – opinionista per alcune testate sui temi dell’autismo, e arrivando poi a pubblicare i due libri Quello che non ho mai detto. Io, il mio autismo e ciò in cui credo (San Paolo Edizioni, 2014) e L’isola di noi. Guida al paese dell’autismo (San Paolo Edizioni, 2016).
«Federico – si è detto di lui – è impegnato per la costruzione di una società futura che superi il concetto di normalità e realizzi la piena inclusione di tutti i portatori di qualsiasi diversità, al motto di “esclusione zero”. Un messaggio che lancia durante diversi incontri in tutta Italia, ove ricorda sempre che ogni persona possiede limiti e potenzialità e che nella propria individuale diversità, ciascuno ha il diritto di essere “diversamente felice”».

Proprio Da diversamente abili a diversamente felici si intitola il Viaggio nell’autismo con De Rosa, incontro promosso per il pomeriggio di domani, 31 maggio, a Gorizia (Sala della Torre della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia), dalla locale Associazione Diritto di Parola, in collaborazione con l’Associazione di Promozione Sociale Vi Comunico che Penso e con la FISH Friuli Venezia Giulia (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), avvalendosi del patrocinio della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

All’incontro interverrà anche Oreste De Rosa, padre di Federico, e per i presenti sarà certamente una bella occasione, che consentirà loro di orientarsi in quell’isoletta sperduta nell’Oceano di cui non si conoscono né la lingua, né le usanze né la geografia, che fa da sfondo al secondo libro di Federico De Rosa. È appunto “l’isola di noi”, ovvero “il paese dell’autismo”, dove «i normotipi – come è stato scritto – non sanno come orientarsi e hanno tutto da imparare». (Stefano Borgato)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: dirittodiparola@libero.it.