Sorridere e divertirsi insieme, per migliorare l’accessibilità

Sulle acque vicine la prima gara di nuoto in mare aperto della stagione, contemporaneamente un’iniziativa che tra giochi goliardici e singolari competizioni, ha unito il divertimento alla sensibilizzazione sull’accessibilità per le persone con disabilità motoria. Sono state questo le “Abeliniadi” di Albissola Marina (Savona), promosse dalla Cooperativa Sociale Bandiera Lilla e dall’Associazione Genny Angels. E i Primi Cittadini in gara nella “Corsa dei Sindaci in carrozzina” si sono pubblicamente impegnati a migliorare le condizioni di accessibilità dei propri territori

"Corsa dei Sindaci in carrozzina", Albissola Marina (Savona), 11 maggio 2019

Foto di gruppo per Sindaci e organizzatori, prima del via della “Corsa dei Sindaci in carrozzina” ad Albissola Marina (Savona)

Qualche settimana fa, Albissola Marina, Comune della Riviera Ligure in provincia di Savona, è stato il teatro degli Albissola Swim Games 2019, prima gara di nuoto in mare aperto della stagione, che ha visto coinvolti oltre quattrocento partecipanti, tra i quali anche trenta atleti di Special Olympics, il movimento internazionale dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva e/o relazionale.
All’interno della manifestazione – organizzata da Gianni Abbriata dei Bagni Nettuno -, la Cooperativa Sociale Bandiera Lilla di Savona – nota per avere introdotto l’omonimo simbolo rivolto alle località italiane accessibili – e l’Associazione savonese Genny Angels hanno inserito le Abeliniadi, gare sportive per “abelinati”, per giocare, ridere insieme, ma soprattutto per sensibilizzare la cittadinanza sul problema dell’accessibilità in maniera un po’ diversa dal solito.

«In dialetto ligure – spiega Roberto Bazzano, presidente di Bandiera Lilla – il termine “abelinato” viene in genere attribuito a chi si comporta stupidamente, ma anche a chi si impegna in imprese difficili, che per alcuni non paiono avere grandi prospettive di successo. Quale definizione, dunque, poteva essere più calzante per chi lavora costantemente per diffondere l’accessibilità?».
E così, sotto il cappello delle Abeliniadi, l’11 maggio sono state organizzate alcune gare goliardiche, per ridere insieme, facendo comprendere al tempo stesso la necessità di far crescere l’inclusione e l’accessibilità.
«Crediamo – sottolinea Paolo Badano, presidente di Genny Angels – che le Abeliniadi siano state un buon modo per divertirsi insieme, ma soprattutto per favorire l’inclusione e sdrammatizzare un po’ le competizioni sportive molto serie che si sono tenuti durante le due giornate di Albissola. Inoltre, abbiamo voluto anche far capire che si può parlare di accessibilità e disabilità senza ricadere nel pietismo: noi in carrozzina, come tutti, abbiamo infatti voglia e bisogno di ridere!».

In mattinata, dunque, le gare di Piantachiodi e Braccio di ferro, che hanno visto competere insieme “bipedi” e persone in carrozzina, mentre il maltempo non ha consentito lo svolgimento della gara degli Abelinati in Carretta.
Nel pomeriggio, invece, nonostante un meteo a dir poco infelice, si è svolta la prima Corsa dei Sindaci in carrozzina, cui hanno partecipato i Primi Cittadini Franco Orsi di Albissola Marina, Gianluca Nasuti di Albisola Superiore, Mattia Fiorini di Spotorno – tutti Comuni con Bandiera Lilla – ai quali si sono aggiunti Marco Melgrati, sindaco di Alassio e Roberto Arboscello di Bergeggi, oltre all’assessore allo Sport del Comune di Savona Maurizio Scaramuzza.

Prima del via, i Sindaci hanno discusso di accessibilità e inclusione con Badano e Bazzano, impegnandosi pubblicamente a migliorare le condizioni dei rispettivi territori comunali, prendendo spunto proprio dalla buone pratiche illustrate dalle due organizzazioni.
Subito dopo la “gara”, sulla distanza di cento metri con pista umida, svoltasi a coppie in tre manche eliminatorie più una finale. I Sindaci l’hanno affrontato con lo spirito giusto e il pubblico – assiepato lungo la Passeggiata degli Artisti di Albissola – ha potuto assistere anche ad alcune scene comiche, tra cui la difficoltà di partenza di Marco Melgrati, che si è trovato al via con i freni della carrozzina inseriti, potendo recuperare il tempo perduto solo grazie alle spinte degli altri Sindaci!
La finale si è disputata tra Gianluca Nasuti e Franco Orsi, riproducendo la storica rivalità tra i Comuni “cugini” di Albisola Superiore e Albissola Marina, separati solo dal torrente Sansobbia.
Ad avere la meglio è stato Orsi, forte anche dei suggerimenti del figlio Matteo, campione europeo e mondiale di tennis tavolo paralimpico.
In linea con la giornata, naturalmente, anche i premi, con una minicoppa di cioccolato per il vincitore, e una collana di salamini per tutti gli altri.

«Al di là dell’aspetto goliardico – commenta Bazzano – la gara ha consentito agli Amministratori di rendersi conto in prima persona delle difficoltà legate al muoversi in sedia a rotelle, evidenziando come anche una lievissima inclinazione del terreno, necessaria ad esempio per lo scolo dell’acqua piovana, possa rendere difficile il controllo del mezzo. A detta dei partecipanti, l’esperienza è stata divertente per la parte legata alla bonaria competizione, ma di sicuro toccante per il fatto di avere provato di persona e per la prima volta, cosa significhi “ridotta mobilità”».
«Siamo pertanto molto soddisfatti – conclude il Presidente di Bandiera Lilla – perché vedere persone in carrozzina e “bipedi” divertirsi insieme è stata un’esperienza unica. Ad Albissola i veri “disabili” erano le persone che hanno provato per la prima volta la carrozzina, rendendosi conto delle difficoltà incontrate da chi vi si muove quotidianamente. Ringraziamo i Sindaci per essersi messi in gioco e per l’impegno preso, volto a migliorare le condizioni dei Comuni da loro amministrati. Sarà per altro nostra cura fare sì che tale impegno sia rispettato, avviando processi di miglioramento che stimoleremo e sosterremo, come facciamo da anni, supportando quelle Amministrazioni che intendono lavorare seriamente per l’accessibilità turistica e l’inclusione».

Alla luce della positiva esperienza, Bandiera Lilla e Genny Angels si sono ulteriomente convinte della bontà di un modello che unisce gare sportive serie, aperte a tutti, divertimento e impegno sociale. E proprio per questo sin dalla domenica successiva hanno deciso di ripetere a Sanremo l’esperienza della corsa in carrozzina, chiedendo di parteciparvi ai Candidati Sindaci della Città dei Fiori.

Un’ultima, doverosa informazione: il servizio d’ordine ad Albissola Marina è stato svolto dai Pirates, squadra di football americano con sede ad Albisola Superiore, alla quale è andato il ringraziamento degli organizzatori. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@bandieralilla.it.

Stampa questo articolo