- Superando.it - http://www.superando.it -

Aiutare chi aiuta

Mano di una caregiver sulla mano di un assistitoPrevisto dalla Legge Regionale dell’Emilia Romagna 2/14 (Norme per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare – Persona che presta volontariamente cura ed assistenza), il Caregiver Day è un’iniziativa promossa dalla stessa Regione Emilia Romagna, insieme all’Unione delle Terre d’argine e alla Società Cooperativa ANS (Anziani e Non Solo), per sensibilizzare la comunità sull’importante ruolo e valore sociale svolto dai caregiver familiari, che volontariamente, in modo gratuito e responsabile, si prendono cura di una persona cara consenziente in condizioni di non autosufficienza o con la necessità di ausilio per lunga durata.

Nell’ambito del Caregiver Day 2019, numerose sono le iniziative organizzate in questo mese di giugno nel territorio di Rimini e Riccione, a cura dell’Ufficio di Piano del Distretto di Riccione, in collaborazione con vari Enti Istituzionali e con l’adesione di decine di Enti del Terzo Settore.
La prossima si avrà nel pomeriggio di domani, 7 giugno, presso il Centro Sociale Mercurio (Via Roma, 77, ore 17.30) di Morciano di Romagna (Rimini), con l’incontro intitolato Aiutare chi aiuta: prendersi cura e ben-essere dei familiari di persone con malattie cronico degenerative, evento organizzato dalla Sezione di Rimini e Riccione dell’AIP (Associazione Italiana Parkinsoniani), insieme all’Associazione Ali di Farfalle e al Centro Sociale ospitante.
Vi interverranno Claudia Giacobbi dell’AIP di Rimini e Riccione, Carlo Pantaleo, coordinatore dei progetti sociali generativi e del Caregiver Day e Francesca Vescovelli, psicologa clinica e psicoterapeuta. Sono previste inoltre una serie di testimonianze di familiari e volontari.

«Nel corso dell’incontro – spiegano dall’AIP  di Rimini e Riccione – verranno descritti i risultati delle ricerche condotte in questo settore dalla nostra Associazione, in collaborazione con l’Università di Bologna e la struttura riabilitativa di Riminiterme e sulla base dei dati emersi, verranno descritti gli interventi da noi organizzati e realizzati, in particolare nei Comuni di Morciano e Riccione. Tali ricerche sono partite dal presupposto che il ruolo dei caregiver di persone che soffrono di patologie organiche croniche comporti spesso un notevole carico di stress e sofferenza psicologica. Tuttavia, nonostante queste condizioni critiche, sembra si possano attivare risorse personali, come la crescita psicologica, la speranza e la spiritualità, che proteggono sia la salute fisica che quella mentale, sia dei caregiver che degli assistiti. Riguardo poi agli interventi, essi sono basati sul riconoscimento e la valorizzazione delle emozioni positive, sulla gestione dello stress, sul rilassamento e sulla promozione del benessere psicofisico, tecniche già molto utilizzate all’estero, delle quali una serie di studi scientifici ha dimostrato l’efficacia». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: nuovegenerazioni1@gmail.com.