Persone con disabilità in Lombardia: quale futuro?

«Nel corso dell’XI Legislatura della Lombardia si concluderà il Piano di Azione Regionale per le Persone con Disabilità 2010-2020 ed è per questo che presenteremo alle Istituzioni, alle Organizzazioni Sociali e Sindacali le nostre riflessioni e proposte, per concorrere a definire e compiere il processo di cambiamento auspicato dallo stesso Piano di Azione, nel rispetto della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità»: così, dall’ANFFAS Lombardia, viene presentato l’evento conclusivo dei propri “Stati Generali”, in programma per domani, 13 giugno, all’Università di Milano

Cartina della Lombardia al centro dei loghi della disabilitàQuello in programma per la mattinata di domani, 13 giugno, all’Università di Milano, sarà l’evento pubblico conclusivo degli Stati Generali dell’ANFFAS Lombardia (Associazione Nazionale di Famiglie e Persone con Disabilità Intellettiva e Disturbi del Neurosviluppo) e si intitolerà Persone con disabilità in Lombardia: quale futuro tra continuità, innovazione e sostenibilità?
«Nel corso dell’XI Legislatura Regionale della Lombardia – spiegano dall’ANFFAS Regionale – si concluderà il PAR 2010/2020 (Piano di Azione Regionale per le Persone con Disabilità) ed è a questo proposito che il 13 giugno presenteremo alle Istituzioni, alle Organizzazioni Sociali e Sindacali le nostre riflessioni e proposte, per concorrere a definire e compiere il processo di cambiamento auspicato e descritto dallo stesso PAR, nel rispetto della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità e del Secondo Programma di Azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità [Gazzetta Ufficiale, 12 dicembre 2017, N.d.R.]».

Ad aprire l’incontro, in rappresentanza dell’Università di Milano, saranno Marilisa D’Amico, che nell’Ateneo è Ordinario di Diritto Costituzionale e Prorettrice alla Legalità, alla Trasparenza e alla Parità dei Diritti, seguita da Giuseppe Arconzo, Associato di Diritto Costituzionale, oltreché Assistente di Studio presso la Corte Costituzionale, che si soffermerà sul tema Il bilanciamento tra i diritti fondamentali delle persone con disabilità e i vincoli di carattere economico.
Quindi, dopo l’introduzione di Emilio Rota, presidente dell’ANFFAS Lombardia, verrà presentato il documento finale degli Stati Generali, a cura del Comitato Tecnico della stessa ANFFAS Regionale.

Successivamente è prevista la tavola rotonda intitolata Uno sguardo lungo per le politiche delle persone con disabilità, moderata da Stefania Leone, ricercatrice di Diritto Costituzionale all’Università di Milano, oltreché Delegata del Rettore alla Disabilità e ai DSA (Disturbi Specifici di Apprendimento).
Vi sono stati invitati Attilio Fontana, Giulio Gallera, Stefano Bolognini e Silvia Piani, rispettivamente Presidente e Assessori al Welfare, alle Politiche Sociali, Abitative e Disabilità e alle Politiche per la Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità della Regione Lombardia; Virginio Brivio, presidente dell’ANCI Lombardia (Associazione Nazionale Comuni Italiani); Maria Villa Allegri, vicepresidente dell’ANFFAS Lombardia; Luca Degani, presidente dell’UNEBA Lombardia (Unione Nazionale Istituzioni e Iniziative di Assistenza Sociale); Valeria Negrini, presidente di Federsolidarietà Lombardia e portavoce del Forum del Terzo Settore Lombardia; Alessandro Manfredi, presidente della LEDHA, la Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità che costituisce la componente lombarda della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap); Cristiano Gori, associato al Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento; rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali della Funzione Pubblica Lombardia.
Le conclusioni dell’incontro saranno tratte da Roberto Speziale, presidente nazionale dell’ANFFAS. (S.B.)

Ringraziamo Stefania Leone per la collaborazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@anffaslombardia.it.

Stampa questo articolo