Si inaugura la Biobanca Nazionale sulla SLA

Realizzata dall’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario Gemelli IRCCS di Roma e Biorep Gemelli Biobank, grazie a un finanziamento del Gruppo Selex, verrà inaugurata il 20 giugno a Roma, alla presenza del presidente del Consiglio Conte, la Biobanca Nazionale sulla SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), la prima in Italia completamente dedicata alla ricerca scientifica su questa grave patologia neurodegenerativa progressiva, strumento accessibile a tutti i ricercatori del mondo

Mani di ricercatore che lavorano su materiale geneticoVerrà inaugurata nella mattinata di giovedì 20 giugno, presso il Policlinico Universitario Gemelli IRCCS di Roma, alla presenza del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, la Biobanca Nazionale sulla SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), la prima in Italia completamente dedicata alla ricerca scientifica su questa grave patologia neurodegenerativa progressiva, strumento accessibile a tutti i ricercatori del mondo.

L’iniziativa è stata realizzata dall’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario Gemelli IRCCS di Roma e Biorep Gemelli Biobank, grazie a un finanziamento del Gruppo Selex.
La nascita della Biobanca avverrà alla vigilia dell’ALS Global Day, la Giornata Mondiale sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica del 21 giugno, che prevede con iniziative in tutto il mondo organizzate dalle Associazioni aderenti all’International Alliance of ALS/Mnd Associations, per richiamare l’attenzione sui diritti delle persone colpite da questa malattia, sulle terapie e sui passi avanti della ricerca. L’AISLA è l’unico membro italiano dell’International Alliance of ALS.

All’inaugurazione del 20 giugno interverranno Giovanni Raimondi, presidente della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS; Franco Anelli, rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma; Massimo Mauro, presidente dell’AISLA; Alberto Fontana, presidente dei Centri Clinici NEMO (NeuroMuscular Omnicentre); Giovanni Scambia, direttore scientifico della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS; Mario Sabatelli, direttore clinico dell’Area Adulti del Centro Clinico NEMO di Roma; Maurizio Colombo, presidente di Biorep; Maniele Tasca, direttore generale del Gruppo Selex.

Per l’occasione, il presidente del Consiglio Conte incontrerà in una visita istituzionale e privata le persone con SLA ospitate al Centro Clinico NEMO di Roma e l’accoglienza degli ospiti sarà accompagnata da un’esibizione della violinista Elsa Martignoni. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa AISLA (Daniele Murgia), murgia@secpr.com.

Stampa questo articolo