Diventa maggiorenne la newsletter sulla disabilità del Comune di Bologna

Nata nel 2002 come newsletter dell’allora Sportello Informahandicap del Comune di Bologna (il CRH-Centro Risorse Handicap, con il relativo sito Handybo.it), la newsletter sulla disabilità del Comune stesso compie in questo 2019 diciotto anni di attività, dopo avere pubblicato 157 numeri, con 6.800 notizie distribuite ad oltre 3.300 iscritti di cui circa il 50% persone con disabilità e familiari e il restante suddiviso tra operatori del settore, amministratori della Pubblica Amministrazione e Associazioni dell’area disabilità

Elaborazione grafica con il numero 18Nata nel 2002 come newsletter dell’allora Sportello Informahandicap del Comune di Bologna (il CRH-Centro Risorse Handicap, con il relativo sito Handybo.it), la newsletter sulla disabilità del Comune stesso compie in questo 2019 diciotto anni di attività, dopo avere pubblicato 157 numeri, con 6.800 notizie distribuite ad oltre 3.300 iscritti di cui circa il 50% persone con disabilità e familiari e il restante suddiviso tra operatori del settore, amministratori della Pubblica Amministrazione e Associazioni dell’area disabilità.

Articolata su un indice di una ventina di argomenti, la newsletter – oltre ai temi classici del settore (scuola, pensioni, servizi, barriere…) – presta particolare attenzione ai temi culturali (la disabilità come capitolo dei più vasti fenomeni dell’emarginazione e della diversità e come questo venga raccontato nella società dalle arti e dai media), a quelli relazionali (legami familiari, identità di genere…) e all’emergere di nuove tematiche e istanze, insieme ai linguaggi che le accompagnano e alle inevitabili luci e ombre di ogni nuovo fermento societario.
Per molti anni ha avuto anche un supplemento bibliografico, in collaborazione con la rivista «Accaparlante» del CDH di Bologna (Centro Documentazione Handicap), che ha segnalato circa un migliaio di volumi.

Si tratta di una pubblicazione che dà conto di quanto succede sia a livello locale che nazionale, producendo notizie in proprio e attingendo alle fonti italiane più qualificate. A tal proposito vengono consultate con regolartà circa 150 newsletter di altri Enti/Associazioni e una quarantina di riviste, oltre a tutto ciò che arriva in redazione attraverso consolidati canali di scambio e la collaborazione con Università, Centri Studi e Documentazione, Ministeri, case editrici, Società Scientifiche, realtà ecclesiali, Associazioni e Federazioni del Terzo Settore.

E ci piace concludere questa “letterina di buon compleanno”con le parole “regalateci” da due ex cittadini di Bologna che hanno ritenuto di scriverci per esprimere apprezzamento per il lavoro svolto:
«Buongiorno amici, cause di forza maggiore mi hanno costretto a rientrare in Puglia, mio malgrado. Data l’età non credo di ritornare più a Bologna. Per questo desidero ringraziarvi per tutti i buoni consigli e le informazioni che mi avete dato in questi anni per la mia disabilità. Vi auguro buon lavoro» (Andrea Bruno Bissanti).
E ancora: «Gentilissimi, vi ringrazio per l’esaustiva e tempestiva risposta. Come ex-bolognese, attualmente residente nella provincia di Venezia, resto sbalordita dal servizio che, nonostante gli evidenti tagli, riuscite ad erogare. Un ringraziamento vero e i miei complimenti vivissimi» (Giorgia Zavalloni).

Ricordiamo che l’iscrizione alla newsletter sulla disabilità del Comune di Bologna, che ha cadenza bimestrale, è gratuita (tramite questo link). A quest’altro link, invece, è disponibile l’archivio dei numeri arretrati, a partire dal mese di ottobre del 2008.
Per ulteriori informazioni su questa o altre newsletter, oltreché in generale sulla disabilità o su altre tematiche sociali, accedere a questo link.

Stampa questo articolo