Accorciare le distanze tra disabilità e mondo della cultura, turismo e lavoro

Sviluppare una rete che connetta associazioni, centri di ricerca, università, start up, aziende produttrici di ausili e istituzioni, per facilitare la vita quotidiana delle persone con disabilità, arrivando a superare eventuali gap e ostacoli: è stato sempre questo l’obiettivo di “Abilitando. Dove la tecnologia incontra la disabilità”, manifestazione che dal 2 al 5 ottobre vivrà la propria terza edizione tra Alessandria e dintorni, all’insegna di tanti appuntamenti centrati di volta in volta sul turismo per tutti, sull’accessibilità culturale, sul lavoro, sullo sport e sulla didattica

Manifestando di "Abilitando 2019"«Quando nel 2015 decidemmo di organizzare Abilitando – spiega Paolo Robutti, presidente dell’omonima Associazione – avevamo ben presente l’obiettivo da raggiungere: creare un evento che fosse in grado di far provare, sperimentare e toccare con mano soluzioni tecnologiche per le persone con disabilità che fossero messe a disposizione non solo dalle aziende ma anche dal mondo della ricerca».
E infatti, da allora l’Associazione alessandrina ha accresciuto molto l’orizzonte delle proprie attività, ampliando il proprio network e attivando numerose collaborazioni con aziende tecnologiche, ma anche con Atenei e Centri di Ricerca, potendo quindi porsi obiettivi sempre più ambiziosi da condividere e raggiungere attraverso il paziente lavoro di rete.
E a giudicare dal programma a dir poco ricco della terza edizione di Abilitando. Dove la tecnologia incontra la disabilità, prevista dal 2 al 5 ottobre prossimi, per quegli ambiziosi obiettivi – ovvero sviluppare una rete che connetta associazioni, centri di ricerca, università, start up, aziende produttrici di ausili e istituzioni, per facilitare la vita quotidiana delle persone con disabilità, arrivando a colmare e superare eventuali gap e ostacoli – sembra si sia assai vicini ad avere raggiunto il risultato voluto.

Dislocate in tre sedi differenti – il Complesso Monumentale di Santa Croce a Bosco Marengo (Alessandria), il Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica dell’Università del Piemonte Orientale di Alessandria e il Marengo Museum a Spinetta Marengo, sempre in provincia di Alessandria – le prossime giornate saranno dunque dense di convegni, laboratori, workshop e spazi espositivi, all’interno dei quali raccontare e confrontare esperienze di buone prassi, soluzioni tecnologiche in grado di facilitare e favorire l’inclusione delle persone con disabilità in ogni àmbito della vita e dei rapporti sociali, nello spirito della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità e della Strategia dell’Unione Europea sulla Disabilità 2010-2020.
«La ricca programmazione culturale – spiegano da Abilitando – affronterà, nell’arco delle quattro giornate, con il contributo di attori della tecnologia mondiale. uniti a realtà del calibro di RAI, Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e ad alcune delle più importanti Università italiane, il turismo per tutti, l’accessibilità culturale e museale, l’inserimento e l’engagement lavorativo, lo sport per disabili, il disability management e l’insegnamento di sostegno».
Questi sono infatti nel dettaglio gli eventi previsti: 2 ottobre, Abilitando per il turismo. Il turismo per tutti (Alessandria); 4-5 ottobre, Abilitando 2019. Esibizioni, workshop, talk, formazione (Bosco Marengo); 4 ottobre, Salotto IBM. Tecnologia, turismo e inserimento lavorativo (Bosco Marengo); 5 ottobre, Abilitando Disability Management (Bosco Marengo); 5 ottobre, Abilitando Educational. Corso di formazione per insegnanti di sostegno (Bosco Marengo).
Per quanto riguarda poi lo spazio espositivo, attivo il 4 e 5 ottobre nel Complesso di Santa Croce a Bosco Marengo, esso è stato progettato con l’intento di consentire alle persone con disabilità di provare direttamente le novità proposte dalle aziende e dai Centri di Ricerca in termini di ausili e tecnologie rivolte all’autonomia personale, alla didattica e alla domotica.

L’intero evento, va ricordato in conclusione, è stato progettato naturalmente in aree prive di barriere architettoniche per le persone con disabilità in carrozzina. Inoltre, durante tutte le giornate della manifestazione, le persone sorde saranno supportate per assistenza e accompagnamento, mentre la ristorazione, con menu in Braille, prevede anche piatti per persone celiache e servizio al tavolo per agevolare le persone con disabilità. (S.B.)

Ringraziamo Alessandra Babetto di Puntoventi per la collaborazione.

A questo link è disponibile il programma completo della terza edizione di Abilitando. Dove la tecnologia incontra la disabilità. La manifestazione è stata realizzata in collaborazione con il Comune di Bosco Marengo, l’Associazione Amici di Santa Croce, Alexala, l’Azienda Speciale Multiservizi Costruire Insieme, il Centro Servizi Volontariato Asti e Alessandria, il Distretto del Novese, e la Camera di Commercio, con il sostegno e il contributo della Regione Piemonte, della Camera di Commercio di Alessandria, della Fondazione SociAL, del Gruppo AMAG, di LOA Ortopedia e di Ottobock.
L’evento si avvale inoltre del patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Alessandria, Comune di Alessandria, Comune di Bosco Marengo, ANCI Piemonte (Associazione Nazionale Comuni Italiani), UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), ANMIL Sport Italia (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro), ENS (Ente Nazionale Sordi), Università del Piemonte Orientale, UNMS (Unione Nazionale Mutilati per Servizio), Distretto del Novese, ICOM Italia, Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, INAIL Direzione Regionale Piemonte, Camera di Commercio di Alessandria e RAI. Ha infine ottenuto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo.
Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@abilitando.it.

Stampa questo articolo