Ricerca e consultazione dei prodotti: un questionario per capire le esigenze

Sviluppare soluzioni tecnologiche facilmente accessibili a tutti e in grado di agevolare le operazioni di ricerca e consultazione dei prodotti tramite un dispositivo dedicato e una app mobile per il proprio smartphone, utilizzabile sia a casa che in negozio: è questo l’obiettivo di un recente accordo intercorso tra le componenti toscane dell’UICI e dell’IRIFOR, il CNR di Pisa e l’azienda Edigroup. Ora i promotori di quell’iniziativa hanno elaborato un questionario online, aperto a tutti, per individuare al meglio le esigenze dei potenziali utilizzatori di tale tecnologia

Una persona spinge un carrello del supermercatoCome avevamo riferito nei giorni scorsi, un accordo volto a migliorare l’autonomia delle persone con esigenze speciali, incluse quelle che hanno una disabilità visiva, è stato sottoscritto fra le componenti toscane dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e dell’IRIFOR (l’Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione dell’UICI stessa), l’Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione A. Faedo del CNR di Pisa e l’azienda Edigroup, che commercializza prodotti alimentari ed artigianali tipici toscani.
L’obiettivo è quello di sviluppare soluzioni tecnologiche facilmente accessibili a tutti e in grado di agevolare le operazioni di ricerca e consultazione dei prodotti tramite un dispositivo dedicato e una app mobile per il proprio smartphone, utilizzabile sia a casa che in negozio.
Ora i promotori di tale iniziativa, allo scopo di individuare al meglio le esigenze dei potenziali utilizzatori di tale tecnologia, hanno elaborato un questionario online (disponibile a questo link) di semplice compilazione, che può anche essere inviato omettendo qualche risposta.
La raccolta del maggior numero di informazioni possibili consentirà quindi di approntare al meglio il dispositivo voluto e il relativo programma software. (S.B.)

Ricordiamo ancora il link al quale è disponibile il questionario di cui si parla nella presente nota. Per ulteriori informazioni: segreteria@irifortoscana.it.

Stampa questo articolo