Per la progettazione inclusiva e per il benessere ambientale

Una giornata di presentazione e confronto aperto a coloro che si occupano a vario titolo e competenze di progettazione inclusiva e a tutti gli interessati a conoscere un approccio al tema del benessere ambientale, maturato con decenni di esperienze a livello nazionale: sarà questo l’incontro intitolato “Per una progettazione inclusiva. Esperienze e visioni del CERPA Italia ONLUS”, organizzato per l’11 ottobre a Trento da CERPA Italia (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità)

Realizzazione grafica dedicata all'accessibilità

Una realizzazione grafica dedicata all’accessibilità urbana a trecentosessanta gradi

Una giornata di presentazione e confronto aperto a coloro che si occupano a vario titolo e competenze di progettazione inclusiva e a tutti gli interessati a conoscere un approccio al tema del benessere ambientale, maturato con decenni di esperienze a livello nazionale: sarà questo l’incontro intitolato Per una progettazione inclusiva. Esperienze e visioni del CERPA Italia ONLUS, organizzato per l’11 ottobre a Trento (Aula Grande della Fondazione Bruno Kessler, Via santa Croce, 77) da CERPA Italia (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità).

Durante la giornata verranno in particolare illustrati e discussi tre fra i principali progetti su cui sta lavorando CERPA, vale a dire innanzitutto la partecipazione al gruppo di lavoro del progetto Città accessibili a tutti, promosso nel 2016 dall’INU (Istituto Nazionale di Urbanistica), e del quale il nostro giornale si è già occupato in varie occasioni. Vi si soffermeranno Piera Nobili, presidente di CERPA Italia e Iginio Rossi dell’INU, responsabile del progetto.
A parlare quindi della la stesura delle Linee guida per i PEBA prestazionali (ove PEBA sta per Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche), sarà Leris Fantini, vicepresidente di CERPA Italia, mentre Elisabetta Schiavone, altra componente di CERPA Italia, presenterà la redazione del Manifesto per la ricostruzione inclusiva.
Nel pomeriggio, quindi,  le esperienze presentate saranno tema di partecipazione attiva tra i presenti tramite alcuni tavoli di confronto, ognuno dei quali approfondirà aspetti differenti ma trasversali dei progetti in corso. Le sintesi prodotte verranno quindi condivise in seduta plenaria. (S.B.)

La partecipazione alla giornata dell’11 ottobre a trento è libera e gratuita, ma per motivi organizzativi è richiesta la registrazione online tramite questo link. A quest’altro link è disponibile il programma completo dell’evento. Per ulteriori informazioni e approfondimenti. comunicazione@cerpa.org.

Stampa questo articolo