L’Europa premia “Valueable”, che dà lavoro a persone con disabilità intellettiva

Un importante riconoscimento è andato al progetto europeo “Valueable”, voluto per promuovere e favorire l’inserimento professionale di lavoratori con disabilità intellettive all’interno di aziende dell’ospitalità e che ha per capofila l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down): l’iniziativa – che ha già coinvolto 103 aziende di sei diversi Paesi, per un totale di 400 persone con disabilità intellettiva occupate come tirocinanti o come lavoratori – è stata infatti proclamata tra i vincitori del contest europeo dedicato ai migliori siti con dominio “.eu”

Persone coinvolte nel progetto europeo "Valueable"

Persone coinvolte nel progetto europeo “Valueable”

Un importante riconoscimento è andato al progetto europeo Valueable, iniziativa seguita sin dagli inizi anche dal nostro giornale, voluta per promuovere e favorire l’inserimento professionale di lavoratori con disabilità intellettive all’interno di aziende dell’ospitalità e che ha per capofila l’AIPD (Associazione Italiana Persone Down). Qualche giorno fa, infatti, il progetto è stato proclamato tra i vincitori del contest europeo dedicato ai migliori siti con dominio “.eu”.
Erano esattamente cinque le categorie in gara, per le quali sono arrivati ad essere selezionati, tra i tanti partecipanti, tre finalisti per ciascuna categoria. Valueablenetwork.eu, con la menzione speciale Better European Society (letteralmente “Migliore Società Europea”) è stato premiato con la seguente motivazione: «Un progetto paneuropeo che collega le persone e offre pari opportunità per consentire a tutti di realizzare pienamente il proprio potenziale».
Si tratta certamente di un nuovo, prestigioso momento di visibilità per un’iniziativa che anche le Nazioni Unite, nel marzo dello scorso anno, avevano potuto conoscere al meglio, quando era stata presentata a New York come chiaro esempio di buona prassi di inclusione lavorativa di persone con disabilità intellettive.

Riassumendo rapidamente la “storia” di Valueable, va ricordato che dopo la prima e la seconda edizione (2014-2017 e 2017-2019), è partita ufficialmente nel settembre scorso – come avevamo raccontato a suo tempo – la terza “stagione” dell’iniziativa, che si chiuderà il 15 gennaio 2022.
L’AIPD è affiancata da partner prestigiosi, tra Associazioni, Università e altri Enti Formativi, e fra i principali strumenti utilizzati, vi è la certificazione internazionale Valueable – Handing Opportunities, destinata alle aziende del mondo dell’ospitalità che offrono alle persone con disabilità intellettiva opportunità di sviluppo professionale. Si tratta di un marchio registrato presso l’EUIPO, l’Ufficio dell’Unione Europea  per la proprietà intellettuale.
Decisamente importanti i risultati finora prodotti, grazie al sostegno dell’Unione Europea e del programma Erasmus+, oltreché al lavoro di tante persone e all’ottima risposta del mondo imprenditoriale: oggi, infatti, la rete di Valueable conta su ben 103 aziende di sei diversi Paesi (Germania, Italia, Portogallo, Spagna, Turchia e Ungheria), per un totale di circa 400 persone con disabilità intellettiva che lavorano in alberghi, ristoranti, bed and breakfast, bar, fast food, come tirocinanti o come occupati a tutti gli effetti.

Come detto, è partita da poco la terza “stagione” del progetto che, in continuità con le due precedenti, utilizzerà i medesimi strumenti, ovvero, il marchio, una app per rendere più indipendenti sul lavoro tirocinanti e lavoratori con disabilità, dei video tutorial per la formazione del personale delle aziende e un corso di formazione a distanza per i manager.
In più, tuttavia, verranno messi a punto quattro nuovi strumenti, vale a dire un protocollo rivolto a catene alberghiere e ristoranti, uno di accreditamento per le agenzie formative che intendono operare all’interno di Valueable, un corso HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Point, ovvero “Analisi dei rischi e punti critici di controllo”) in linguaggio ad alta comprensibilità e un corso di formazione a distanza per i tutor delle agenzie formative che vorranno accreditarsi per operare all’interno del progetto e della banca dati delle risorse multimediali. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampaaipd@gmail.com.

Stampa questo articolo