Progettazione e didattica per la scuola inclusiva

«Progettato con la prospettiva dell’accessibilità a 360 gradi, l’ambiente scolastico diventa luogo fertile delle strategie inclusive a beneficio di tutti, e non solo per le persone con bisogni educativi complessi»: si svilupperanno su questo fondamentale concetto i lavori del convegno “Progettazione e didattica per la scuola inclusiva”, previsto per domani, 3 dicembre, a Lodi, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, dall’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti e dal CLEBA (Comitato Lodigiano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche e Sensoriali)

Alunna con disabilità in una classe di scuola«L’indissolubile legame tra qualità dei luoghi del sapere e qualità pedagogica è prioritario nella scuola dell’inclusione. Progettato con la prospettiva dell’accessibilità a trecentosessanta gradi, l’ambiente scolastico diventa luogo fertile delle strategie inclusive a beneficio di tutti, e non solo per le persone con bisogni educativi complessi»: si svilupperanno su questo fondamentale concetto i lavori del convegno intitolato Progettazione e didattica per la scuola inclusiva, organizzato per domani, 3 dicembre, a Lodi (Aula Magna dell’IIS Volta, Viale Papa Giovanni XXIII, 9), in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità e nell’àmbito del progetto Scuola4ALL – La scuola oltre le barriere, dall’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti e dal CLEBA (Comitato Lodigiano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche e Sensoriali), con il contributo dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Lodi, dell’Istituto Comprensivo Lodi Terzo e di CERPA Italia (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità).

L’incontro, con il quale si intende evidenziare il tessuto di connessioni tra saperi della progettazione architettonica e ambientale da una parte, àmbito pedagogico dall’altra, si rivolge in particolare a docenti, dirigenti scolastici, RSPP (Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione), referenti per la sicurezza, architetti, geometri, ingegneri, studenti, nonché a tutti coloro che siano agli interessati allo sviluppo di luoghi e strategie inclusive e sicure.

Dopo i saluti di apertura delle Autorità, interverranno Piera Nobili, presidente di CERPA Italia (Accessibilità: parola chiave nella progettazione delle scuole inclusive); Alessandra Galletti, sempre di CERPA Italia (Lo spazio che educa: gli strumenti della progettazione inclusiva a scuola tra pedagogia ed architettura, dall’ICF all’index per l’inclusione); Elisabetta Schiavone della struttura Soluzioni Emergenti/Emergenza e Fragilità nell’Osservatorio per la Sicurezza e il Soccorso delle Persone con Esigenze Speciali del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (Sicurezza inclusiva e gestione dell’emergenza a scuola); Iginio Rossi dell’INU (Istituto Nazionale di Urbanistica), ove coordina il progetto Città accessibili a tutti (Gli insegnamenti proposti dall’atlantecittaccessibili.inu.it); Antonella Conti, docente a contratto nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (L’approccio dell’Universal Design for Learning); Stefania Menin, Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo Lodi Terzo (La scuola inclusiva: l’esperienza dell’IC Lodi Terzo, dalla Didattica Potenziata alla Didattica Curricolare: una didattica per tutti).

Concluderà la giornata la tavola rotonda sul tema Inclusione e accessibilità nelle scuole di Lodi a confronto, condotta da Giovanni Barin, architetto, vicepresidente dell’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: lombardia@genitoritosti.it.

Stampa questo articolo