Accessibilità e musei: didattica inclusiva al Castello Sforzesco di Milano

Si concluderà domani, 5 dicembre, al Castello Sforzesco di Milano, la seconda edizione di “DescriVedendo ArtisticaMENTE. Vedere l’arte con gli occhi della mente”, ciclo di incontri promossi dall’ANS (Associazione Nazionale Subvedenti), con il patrocinio del Comune di Milano. Per l’occasione è in programma una conferenza stampa durante la quale, oltre ai risultati di alcune recenti iniziative in favore dell’accessibilità, promosse al Castello Sforzesco di Milano, verrà presentata “MusA”, la app di “DescriVedendo” accessibile a tutti, a partire dalle persone con disabilità visiva

ANS, Progetto "DescriVEDENDO"

Un’elaborazione grafica dedicata al Progetto “DescriVedendo”

Già più volte segnalato sulle nostre pagine, grazie alle varie iniziative attuate, ritenute un vero e proprio “ponte” tra persone con disabilità visiva e normovedenti, per esplorare e gustare insieme l’arte, il progetto di inclusione culturale DescriVedendo, ideato dall’ANS (Associazione Nazionale Subvedenti), ha proposto alla fine dello scorso anno a Milano, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità del 3 Dicembre e nell’àmbito della Settimana della Disabilità, voluta dal Comune di Milano, il ciclo di eventi denominato DescriVedendo ArtisticaMENTE. Vedere l’arte con gli occhi della mente.
L’iniziativa è stata ripetuta anche quest’anno, con cinque eventi successivi (se ne legga a questo link), l’ultimo dei quali è in programma per il pomeriggio di domani, giovedì 5 dicembre, presso la Sala Studio Archivio Bertarelli del Castello Sforzesco di Milano (ore 15).

Si tratta della conferenza stampa denominata Accessibilità e musei: esperienza di didattica inclusiva al Castello Sforzesco, che sarà aperta e introdotta da Gabriele Rabaiotti, assessore alle Politiche Sociali e Abitative del Comune di Milano.
«Dal mese di maggio di quest’anno – spiega Rosa Garofalo, coordinatrice dei progetti dell’ANS, nonché tiflologa esperta in strategie e tecnologie assistive per l’ipovisione – , in occasione della riapertura al pubblico della Sala delle Asse, dipinta da Leonardo da Vinci, il Castello Sforzesco ha promosso una modalità di fruizione che rendesse accessibile anche a un pubblico con disabilità visiva l’esperienza della visita. Grazie dunque alla collaborazione con la nostra Associazione e con il Rotary Club Milano Castello, è stato possibile realizzare DescriVedendo Sala delle Asse [se ne legga ampiamente anche sulle nostre pagine, N.d.R.], percorso fruibile tramite tablet e smartphone o attraverso visite guidate tenute dai conservatori dei Musei del Castello Sforzesco ogni primo e terzo giovedì del mese».
«Nel successivo mese di giugno – prosegue Garofalo – è stato inoltre inaugurato un percorso tattile al Museo d’Arte Antica, ideato dai Servizi Educativi del Castello Sforzesco in collaborazione con l’Unità Raccolte Artistiche. Con cadenza quindicinale, sono state calendarizzate visite tattili gratuite, condotte da personale del Museo con formazione specifica, per guidare all’esplorazione di alcune sculture originali esposte nel museo. In alternativa, i visitatori con ridotta capacità visiva possono fruire del percorso in autonomia con il proprio accompagnatore, grazie a una guida cartacea disponibile gratuitamente presso il bookshop del Museo d’Arte Antica».

L’incontro di domani, dunque, a sei mesi dall’inaugurazione di quei percorsi promossi dal Castello Sforzesco, servirà a illustrare i risultati fin qui ottenuti, ma anche a presentare altri progetti futuri, tra cui MusA, la app di DescriVedendo accessibile a tutti, in fase di realizzazione insieme al Dipartimento di Informatica dell’Università di Milano, grazie a un finanziamento della Fondazione Comunità Milano, che permetterà di fruire dell’arte anche attraverso la cosiddetta “realtà aumentata”.
A concludere il tutto sarà poi la visita guidata DescriVedendo Sala delle Asse (ore 16). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: rosa.garofalo@descrivedendo.it.

Stampa questo articolo