Nato per unire e anche per migliorare la vita delle persone con disabilità

Si terrà dal 6 all’8 dicembre a Bardonecchia, in Val di Susa (Torino), il primo “CinemAbility Film Fest”, festival cinematografico che da una parte si propone di migliorare la qualità dell’informazione sui temi della disabilità e del disagio, dall’altra di migliorare la vita stessa delle persone con disabilità: principalmente a loro, infatti, saranno rivolte e dedicate sia le proiezioni dei film che gli incontri in programma. La manifestazione è organizzata dall’Associazione Revejo, nell’àmbito del marchio “Borgate dal Vivo”, in collaborazione con l’Associazione 2gether e con Special Olympics

Logo del "CinemAbility Film Fest"Sta per esordire a Bardonecchia (Torino) il CinemAbility Film Fest, prima edizione di un festival cinematografico che, come dichiarano i promotori, «vuole portare sul grande schermo unità, condivisione, forza e speranza, per far sì che le disabilità e le abilità siano motore per le comunità, motivo di aggregazione e generatrici di nuovi spazi inclusivi».

La manifestazione, che si terrà nella città della Val di Susa da giovedì 6 a domenica 8 dicembre, è organizzata dalla locale Associazione Culturale Revejo, sorta nel 2011 per la gestione del Piano Locale Giovani, con la realizzazione di corsi di formazione per persone con meno di 35 anni, sia dentro che fuori gli istituti scolastici.
In seguito Revejo si è specializzata nell’ideazione e nella realizzazione di eventi, esperienza sostanziata in Borgate dal Vivo, nato dapprima come festival di piccoli borghi alpini, ma successivamente cresciuto in maniera esponenziale, tanto da rappresentare oggi un vero e proprio marchio di qualità riconosciuto a livello europeo, comprendente il più grande festival continentale per estensione e durata, la gestione dei teatri di Ventimiglia (Imperia), Rivalta di Torino e Avigliana (Torino) e una serie di attività e collaborazioni attive su tutto il territorio nazionale, con particolare attenzione ai luoghi più piccoli e periferici.

Insieme a Revejo, per dare vita al CinemAbility Film Fest, vi è l’Associazione 2gether, nata nel 2017 per offrire un aiuto concreto a bambini e ragazzi in situazioni di difficoltà e sostenere attivamente le famiglie durante il loro percorso di crescita.
Si tratta di un’organizzazione che crede nello sport quale importante metodo educativo e formativo, oltreché come potente strumento di inclusione sociale. Essa condivide in tal senso i valori di Special Olympics, il movimento internazionale dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva e/o Relazionale, le cui attività sono spesso presenti sulle pagine del nostro giornale, e che è anche il terzo partner del nuovo Festival di Bardonecchia.
In Valle di Susa 2gether collabora con varie realtà, impegnandosi in generale sui temi dell’inclusione e della montagna accessibile a tutti.

«Inserito nell’àmbito di Borgate dal Vivo – spiegano ancora i promotori – CinemAbility Film Fest è un piccolo festival che sogna in grande. Il nostro obiettivo, infatti, attraverso la scelta di un festival cinematografico, è da una parte quello di migliorare la qualità dell’informazione sui temi della disabilità e del disagio, attraverso la scelta di proiezioni che trattino gli argomenti in maniera corretta, basandosi allo stesso tempo sul concetto che ogni avversità e ogni diversità può diventare motore di aggregazione e anche una risorsa. Dall’altra parte ci proponiamo anche di migliorare la vita di persone con malattie e disabilità: saranno loro stessi, infatti, i veri protagonisti del Festival e principalmente a loro saranno rivolte e dedicate sia le proiezioni dei film che gli incontri in programma. Un modo, questo, per abbattere barriere, favorire l’inclusione e portare momenti di svago a chi affronta ogni giorno delle sfide e alle loro famiglie».
«Vogliamo in sostanza – concludono – raccontare storie diverse di persone normali e storie normali di persone diverse, per sognare comunità aperte e inclusive in cui nessuno si senta emarginato, in cui si possa parlare di disabilità senza sguardi di sottecchi o parole pronunciate a bassa voce. Un sogno fatto di attività sociali, culturali e sportive sempre più accessibili a tutti».

Rimandando i Lettori al programma completo e a ulteriori approfondimenti nel sito di Borgate dal Vivo (a questo link), ricordiamo in conclusione che il progetto coinvolgerà anche le scuole locali, con incontri e proiezioni dedicate agli studenti di vario ordine e grado, così come alle loro famiglie e che madrina della manifestazione darà l’attrice Violante Placido.
Da ultimo, ma non ultimo, va ricordato che il CinemAbility Film Fest sarà il primo evento ufficiale della candidatura italiana a ospitare i Giochi Mondiali di Special Olympics del 2025. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Roberta Meriano (roberta.meriano@gmail.com).

Stampa questo articolo