Il Forum del Terzo Settore, il testo della Legge di Bilancio e la disabilità

«Registriamo positivamente l’incremento di 12,5 milioni di euro del fondo da destinare alle scuole dell’infanzia che accolgono alunni con disabilità, l’aumento di 20 milioni per il 2020 del Fondo per le Non Autosufficienze e di 5 milioni per il Fondo per il Diritto al Lavoro dei Disabili»: così Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, commenta il testo della Legge di Bilancio per il 2020, emerso dalla Commissione Bilancio del Senato, rispetto al quale, per altro, rileva i pochi fondi destinati ai progetti delle Associazioni e al Servizio Civile Universale

Elaborazione grafica basata su varie parole (al centro "disabilità")«Per quanto riguarda la disabilità e la non autosufficienza, tema su cui il Forum ha in più occasioni espresso la sua preoccupazione, registriamo positivamente l’incremento di 12,5 milioni di euro del fondo da destinare alle scuole dell’infanzia che accolgono alunni con disabilità, l’aumento di 20 milioni per il 2020 del Fondo per le Non Autosufficienze e di 5 milioni per il Fondo per il Diritto al Lavoro dei Disabili»: così Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, organismo cui aderisce anche la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), commenta il testo della Legge di Bilancio per il 2020, emerso nei giorni scorsi dalla Commissione Bilancio del Senato.
«Prendiamo atto con soddisfazione – aggiunge inoltre la Portavoce – che alcune delle nostre richieste sono state accolte e che nella Legge di Bilancio sono state introdotte alcune novità che permetteranno di aiutare il mondo del Terzo Settore».

Un’altra questione che accoglie il favore del Forum è quella legata al 5 per mille. «È positiva – dichiara infatti Fiaschi – la strada intrapresa adeguando il tetto del 5 per mille in misura crescente nel triennio a partire da 10 milioni di euro in più per l’anno 2020, un impegno che il presidente del Consiglio Conte aveva preso in occasione della Giornata Internazionale del Volontariato del 5 dicembre scorso. Purtroppo dobbiamo constatare che non trova spazio nella Legge di Bilancio la richiesta di incrementare le modeste risorse del fondo per i progetti del volontariato e dell’associazionismo, con il risultato che verranno ridotte iniziative di grande ricaduta sociale per le nostre comunità».
«E anche l’incremento di 10 milioni per il Servizio Civile Universale – conclude – è troppo esiguo per dare ai tanti giovani che ne hanno fatto richiesta un’occasione unica di partecipazione e formazione alla cittadinanza. Auspichiamo pertanto che si possa fare uno sforzo ulteriore». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: stampa@fourmterzosettore.it.

Stampa questo articolo