Le tecnologie esistono, utilizziamole!

È in base a questo motto che la Cooperativa Sociale Independent L di Merano (Bolzano) è impegnata da vent’anni in àmbito di tecnologie assistive e su questa stessa strada si colloca anche la nuova edizione del convegno “Tecnologie assistive, salute e autonomia”, promosso per domani, 18 ottobre, a Bolzano, durante il quale si tenterà di rispondere innanzitutto a un quesito: quali sono le opportunità offerte dalle “nuove” tecnologie rispetto alla qualità della vita, all’autonomia, alla comunicazione e soprattutto all’inclusione attiva delle persone con limitazioni funzionali?

Tecnologie assistive al servizio di un giovane con disabilità

Tecnologie assistive al servizio di un giovane con disabilità

Sono esattamente vent’anni che la Cooperativa Sociale Independent L. di Merano (Bolzano), nata appunto nel 1999, è impegnata in àmbito di tecnologie assistive, all’insegna del motto «le tecnologie esistono, utilizziamole!». E su questa stessa strada si colloca anche la nuova edizione (la quinta) del convegno promosso per domani, mercoledì 18 ottobre, alla Conference Hall dell’EURAC di Bolzano, intitolato Tecnologie assistive, salute e autonomia, durante il quale si tenterà di rispondere a una serie di quesiti: quali sono le opportunità offerte dalle “nuove” tecnologie rispetto alla qualità della vita, all’autonomia, alla comunicazione e soprattutto all’inclusione attiva di tutti e nello specifico delle persone con limitazioni funzionali? Quali gli orizzonti futuri di una diffusione coerente del digitale, accessibile da parte di tutti e senza ricorso a risorse finanziarie aggiuntive? E ancora, come si può integrare l’uso di queste tecnologie nei servizi sociosanitari?».

«Il mondo degli ausili tecnologici per persone anziane e/o con disabilità – sottolineano da Independent L – è andato incontro negli ultimi anni a profondi mutamenti: da un lato l’aggiornamento dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) ha introdotto importanti novità in merito alla possibilità di prescrivere dispositivi utili a promuovere l’autonomia degli utenti/pazienti, dall’altro l’evoluzione tecnologica ha aperto inediti campi di sperimentazione scientifica applicata. Nella cornice di questo convegno, oltre a presentare il quadro normativo e la funzione dei CAT (Centri di Competenza sulle Tecnologie Assistive), si illustreranno le potenzialità di alcune innovative applicazioni in àmbito sanitario e assistenziale (VR: Virtual Reality – “Realtà virtuale”; AR: Augmented Reality – “Realtà aumentata”), in grado di supportare in maniera efficace la persona interessata nei percorsi di riabilitazione, nelle attività della vita quotidiana e nella gestione dell’ambiente domestico». (S.B.)

A questo link è disponibile il programma completo del convegno di domani, 18 dicembre, a Bolzano. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@independent.it.

Stampa questo articolo