Il Museo degli Innocenti di Firenze accessibile alla disabilità intellettiva

Anche il Museo degli Innocenti di Firenze – che coniuga arte, architettura e storia dell’infanzia, raccontando sei secoli di impegno nella tutela e nella promozione dei diritti dei minori – ha aderito a “Museo per tutti. Accessibilità museale per persone con disabilità intellettiva”, progetto promosso dall’Associazione milanese L’abilità, in collaborazione con la Fondazione De Agostini e le iniziative in tal senso verranno presentate nel corso di un incontro in programma per il 29 gennaio

Firenze, Museo degli Innocenti

Una sala del Museo degli Innocenti di Firenze, che ha aderito al progetto “Museo per tutti. Accessibilità alle persone con disabilità intellettiva”

Come abbiamo più volte raccontato anche su queste pagine, già numerose strutture culturali del nostro Paese hanno aderito al progetto Museo per tutti. Accessibilità museale per persone con disabilità intellettiva, iniziativa promossa dall’Associazione milanese L’abilità, in collaborazione con la Fondazione De Agostini.
Tra esse vi è anche il Museo degli Innocenti di Firenze, «la cui unicità – come si legge nel sito dello stesso – sta nell’avere studiato e avere unito insieme arte, architettura e storia dell’infanzia e al contempo il racconto di sei secoli di impegno nella tutela e promozione dei diritti dei minori». Tra percorso espositivo, dunque, eventi temporanei e attività educative, è disponibile un’ampia offerta culturale legata al tema dell’infanzia declinata all’accoglienza.

Ora, come detto, questa meritoria struttura – che dedica tra l’altro ai più piccoli lo spazio della Bottega dei Ragazzi, ove propone laboratori creativi ispirati alla filosofia dell’“imparar facendo”, secondo lo stile delle antiche botteghe rinascimentali – è pronta ad accogliere anche persone con disabilità intellettiva, grazie a percorsi ad hoc e a materiali specifici elaborati nell’àmbito di Musei per tutti, offrendo visite guidate che consentano di familiarizzare con i luoghi, accedere agli spazi, apprezzare e capire opere e collezioni.

Il tutto verrà presentato nel pomeriggio del 29 gennaio (ore 17), proprio presso La Bottega dei Ragazzi, durante un incontro cui parteciperanno Arabella Natalini e Carlo Riva, direttori rispettivamente del Museo degli Innocenti e dell’Associazione L’abilità, insieme ad alcuni altri componenti dello staff del Museo, per spiegare il lavoro fatto per l’accessibilità, e illustrare sia la guida facilitata che il nuovo percorso educativo permanente, strutturati per aiutare le persone con disabilità intellettiva a comprendere e fruire gli spazi presenti.
Al termine dell’incontro sarà anche possibile avere informazioni circa la possibilità di effettuare una visita.
«Un’occasione, quindi, da non perdere – come sottolineano i promotori – affinché arte e bellezza siano accessibili a tutti, davvero». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:
labottegadeiragazzi@istitutodeglinnocenti.it; comunicazione@labilita.org (Anna Tipaldi).

Stampa questo articolo