All’Italia il Torneo Internazionale di Para-Ice Hockey di Torino

Al termine di una partita ricca di colpi scena, l’Italia ha battuto la Norvegia ai tiri di rigore, aggiudicandosi il 9° Torneo Internazionale di Para-Ice Hockey di Torino (già ice sledge hockey), ovvero di hockey su ghiaccio praticato da atleti con disabilità, onorando al meglio la memoria di Andrea “Ciaz” Chiarotti, indimenticato e indimenticabile capitano della Nazionale Italiana, cui la manifestazione era dedicata

Gennaio 2020, Torneo di Torino di para-ice hockey, Norvegia e Italia

Le Nazionali di Norvegia e Italia al termine della partita finale del Torneo di Torino

Non sono bastati i tempi supplementari a decretare la squadra vincitrice del Torneo Internazionale di Para-Ice Hockey di Torino (già ice sledge hockey), ovvero dell’hockey su ghiaccio praticato da atleti con disabilità. Al termine infatti di una partita ricca di colpi scena, l’Italia è riuscita a trionfare sulla Norvegia ai tiri di rigore, onorando al meglio la memoria di Andrea “Ciaz” Chiarotti, indimenticato e indimenticabile capitano della Nazionale Italiana, instancabile fondatore e promotore del movimento di para-ice hockey sin dalle Paralimpiadi di Torino 2006, scomparso nel mese di giugno del 2018.
Proprio a Chiarotti, infatti, era intitolata la manifestazione organizzata dall’Associazione SportDiPiù, in collaborazione e con il patrocinio della Città di Torino, della Regione Piemonte, del CIP (Comitato Italiano Paralimpico) e della FISG (Federazione Italiana Sport del Ghiaccio), evento al quale ha partecipato anche la Nazionale del Giappone.
«Giocare sei partite ravvicinate – ha dichiarato Massimo Da Rin, commissario tecnico degli Azzurri – non è facile, abbiamo avuto degli alti e bassi fisiologici e il Giappone ha creato difficoltà a tutti. In ottica dei prossimi Campionati Europei in Svezia, ho visto cose positive da qualche giocatore, mentre altri dovranno lavorare anche dal punto di vista fisico per arrivare in Svezia in condizioni migliori. Con la squadra al completo, infatti, sono convinto che potremo fare bene. L’obiettivo è quello di arrivare in zona medaglie». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: turintournamentpih@sportdipiu.it.

Stampa questo articolo