- Superando.it - http://www.superando.it -

“Ulisse, Odisseo, Nessuno” si leggerà anche in Braille

Testa di Ulisse, Sperlonga, Museo Archeologico Nazionale

Testa di Ulisse (forse appartenente al Gruppo dell’Accecamento di Polifemo). Marmo, Sperlonga, Museo Archeologico Nazionale

Come abbiamo già riferito in altre parti del giornale, quella di dopodomani, 21 febbraio, sarà la Giornata Nazionale del Braille, istituita dalla Legge 126/07 come «momento di sensibilizzazione  dell’opinione pubblica nei confronti delle persone non vedenti», in ricordo del geniale sistema inventato nell’Ottocento da Louis Braille.
Tale data è stata scelta in quanto coincidente con la Giornata Mondiale della Difesa dell’Identità Linguistica promossa dall’Unesco, ma oltre a ciò l’evento di quest’anno assumerà una valenza particolare, in quanto proprio dal 21 febbraio prenderanno il via le celebrazioni per il centenario dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), nata appunto nel 1920, con decine di iniziative, eventi e momenti di spettacolo che si protrarranno per tutto questo 2020.

In questo quadro rientrerà anche il reading letterario intitolato Ulisse, Odisseo, Nessuno, promosso per il pomeriggio di domani, giovedì 20 febbraio (ore 17.30) dall’UICI di Forlì e Cesena, presso il Refettorio Musei San Domenico di Forlì, in collaborazione con il Centro Diego Fabbri, quale corollario dell’evento inaugurale della mostra Ulisse. L’arte e il mito.
Si tratterà di una lettura a due voci, curata da Jessica Doccioli e Laura Sciancalepore, che si avvarranno rispettivamente di un testo a caratteri tipografici e di uno in Braille, basandosi sia sull’Odissea di Omero che sul romanzo Odisseo. Le imprese straordinarie del re di Itaca di Valerio Massimo Manfredi e Diana Manfredi. Ad accompagnare le lettrici, la musica di Marta Celli all’arpa celtica (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Marzia Mecozzi (m.mecozzi@audiotre.com).