«News in quota», ovvero “Niente di ciò che è umano mi è estraneo”

Un linguaggio inclusivo, ove ogni singolo termine ha il suo peso e il suo significato, un’accurata selezione delle notizie e un occhio di riguardo per la disabilità: salutiamo con piacere la nascita del quotidiano online «News in quota», radicato sul territorio di Belluno, ma nato sulla scia del Master “Inclusione e innovazione sociale”, promosso dall’Università di Padova. «Per la nostra redazione – scrive Marco D’Incà, uno dei principali animatori di questa nuova sfida giornalistica – la stella polare è rappresentata dal pensiero di Terenzio: “Niente di ciò che è umano mi è estraneo”»

Immagine del manifesto del Convegno AIFO "costruire la fratellanza", Pompei, aprile 2016

Un manifesto utilizzato dall’AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau), in occasione di un convegno internazionale dedicato al tema dell’inclusione

Fare informazione, utilizzando il linguaggio inclusivo: è la sfida, quasi la missione, di un nuovo quotidiano online, nato sulla scia del Master Inclusione e innovazione sociale, promosso dall’Università di Padova [del Master si legga ampiamente anche sulle nostre pagine, N.d.R.]. Si intitola «News in quota» ed è una testata giornalistica circoscritta alla Provincia di Belluno.
Molteplici ne sono gli obiettivi. Il primo, e principale, è quello di portare alla luce storie di singole persone (indipendentemente dal loro ruolo o dai loro titoli), associazioni di volontariato, gruppi organizzati, cooperative, imprese, mondo della scuola e dello sport.
In definitiva, si punta a valorizzare il territorio e a raccontarlo in maniera efficace, evitando le notizie “acchiappa-click” o legate a sterili polemiche.

A proposito di polemica, ai fini dello sviluppo progettuale è utile solo se crea dibattito, dialettica, confronto. Qualora fosse fine a se stessa, non troverà spazio in un simile canale.
Ma il pilastro che regge l’impianto giornalistico è rispecchiato dal linguaggio: ogni singolo termine, infatti, ha il suo peso, il suo valore e, soprattutto, il suo significato. In tal senso, è necessario avere la consapevolezza che una parola produce un effetto. E una parola di odio produrrà inevitabilmente delle conseguenze che scivolano nell’abisso della ragione.
Non a caso, nell’allestire i servizi da diffondere poi online, ogni giornalista cercherà di porre la massima cura rispetto alla scelta dei vocaboli, alla costruzione della frase e, in generale, dell’intero servizio.

Fondamentale, inoltre, è la selezione delle notizie. Per citare un esempio, in un momento storico in cui il tema dell’immigrazione ha assunto un peso considerevole e produce dichiarazioni, punti di vista e boutade a getto continuo, il nuovo quotidiano online bellunese non darà mai eco a messaggi-slogan privi di significato, spogliati di argomentazioni e ragionamenti, orientati solo a parlare alla “pancia” dei lettori.

Un occhio di riguardo sarà poi dedicato alla disabilità. Tanto è vero che, nei prossimi mesi, all’interno del sito troverà spazio una rubrica legata al turismo senza barriere e una orientata ad approfondire lo sport paralimpico, facendo leva sulle storie e i racconti di campioni, atleti e semplici appassionati.

In ogni caso, «News in quota» non ha la presunzione di educare, ma solo di informare. E non ha nemmeno la pretesa di coltivare un giornalismo esatto e inattaccabile. Di sicuro, però, intende dribblare la cattiva informazione, quella che disprezza gli uomini e le donne, rende visibile e riconoscibile il minore, sottolinea i punti di debolezza e la fragilità di un soggetto, pone delle etichette sulle persone, utilizza parole grondanti di veleno e violenza. Ecco perché, per la redazione, la stella polare è rappresentata dal pensiero di Terenzio: «Niente di ciò che è umano mi è estraneo».

Giornalista professionista, laureato in Scienze dello Spettacolo e della Produzione Multimediale, Master in Inclusione e innovazione sociale. Ha collaborato con «La Gazzetta dello Sport» ed è coautore, con Oscar De Pellegrin e Francesca Mussoi, del libro biografico “Ho fatto centro”. È tra i principali promotori della nuova testata online «News in quota». Il presente contributo è già apparso nella testata dell’Università di Padova «Il Bo Live», con il titolo “Inclusione fa rima con informazione: nasce il quotidiano online ‘News in quota’” e viene qui ripreso, con qualche riadattamento al diverso contenitore, per gentile concessione.

Stampa questo articolo