Mettere in protezione la parte più fragile della popolazione

«Esprimiamo preoccupazione e sgomento per la mancata chiusura nel Lazio dei Centri Diurni e chiediamo tutele per le persone con disabilità, spesso gravissime, almeno pari a quelle riservate agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado»: a dirlo è Silvana Giovannini, presidente dell’Associazione romana Ylenia e gli Amici Speciali, sottolineando la necessità «di mettere in protezione la parte di popolazione più fragile, che si trova anche a dover applicare norme di comportamento e igiene difficilissime da seguire, in particolare per le persone con disabilità intellettive e psichiche»

Persona adulta con autismo

Una persona adulta con disabilità intellettiva

«Esprimiamo preoccupazione e sgomento per la mancata chiusura nel Lazio dei Centri Diurni e chiediamo tutele per le persone con disabilità, spesso gravissime, almeno pari a quelle riservate agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado»: lo dichiara in una nota Silvana Giovannini, presidente dell’Associazione romana Ylenia e gli Amici Speciali, sottolineando con forza la necessità «di mettere in protezione la parte di popolazione più fragile, che si trova anche a dover applicare norme di comportamento e igiene difficilissime da seguire, in particolare per le persone con disabilità intellettive e psichiche».
«Nella consapevolezza che questi servizi sono importanti per le famiglie – aggiunge Giovannini – chiediamo, con uno sforzo comune, di prevedere nei casi necessari un rafforzamento dell’assistenza domiciliare, mettendo in atto tutte le tutele del caso per gli utenti».
«Sollecitiamo infine anche il Governo – conclude la Presidente di Ylenia e gli Amici Speciali – ad aprire un tavolo di confronto con le organizzazioni di categoria per individuare ogni soluzione adatta a superare l’emergenza e la difficile situazione degli operatori domiciliari impegnati a supporto delle persone con disabilità, senza tutele e sottopagati». (S.B.)

Ringraziamo Sandro Paramatti per la segnalazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@yleniaegliamicispeciali.org.

Stampa questo articolo