- Superando.it - http://www.superando.it -

Le nostre iniziative, per far sentire unite le famiglie con autismo

Cartello realizzato dallo staff della Fondazione ARCA di Senigallia (Ancona)

Un cartello realizzato dallo staff della Fondazione ARCA di Senigallia (Ancona)

Il 2 Aprile scorso abbiamo celebrato la Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo, istituita nel 2007 dalle Nazioni Unite. Le Giornate celebrate a livello mondiale devono servire non solo per favorire la comprensione di tale condizione, ma soprattutto per stimolare la nascita di azioni concrete e strategie a lungo termine per la tutela dei diritti, mettendo sullo stesso piano tutti i cittadini.

L’isolamento forzato in casa e la chiusura delle scuole ha modificato notevolmente lo stile di vita quotidiano di tutti noi. Ci sono tuttavia persone più colpite di altre, che hanno perso la loro confortevole routine e per le quali uscire di casa non è solo un piacere, ma una necessità. Per loro, infatti, può essere difficile comprendere perché si debba stare a casa e modificare la routine diventa di difficile gestione. Uscire permette loro di sfogare la tensione e contenere eventuali gravi crisi. Il delicato momento che stiamo affrontando pone dunque le famiglie con figli affetti da disturbo dello spettro autistico e altre gravi disabilità intellettive davanti a sfide ancora più complesse.
Più che mai adesso, è necessario garantire a questi cittadini i diritti umani universali, tra cui quelli relativi al servizio sanitario e ai servizi sociali, come ha ricordato nei giorni scorsi anche António Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite. Queste persone, infatti, hanno grande difficoltà a comprendere la gravità della situazione o il perché sia necessario mantenere determinati comportamenti, volti a prevenire la diffusione del virus, e a proteggere loro stessi e i loro cari. L’impossibilità di avere un contatto fisico con i propri parenti è motivo di incomprensione e disagio, che può portare a comportamenti problematici da gestire tra le mura di casa.
Per questo le Istituzioni si stanno attivando a livello regionale – anche se con provvedimenti disomogenei sul territorio nazionale – per rispondere alle loro esigenze, rilasciando dei permessi speciali, che permettano loro di uscire anche al di fuori del Comune, rispettando comunque tutte le misure di protezione e prevenzione previste dalla normativa nazionale.

In questa situazione la comunità tutta deve mostrarsi unita e solidale. Per questo la nostra Fondazione [Fondazione ARCA-Autismo Relazione Cultura e Arte, N.d.R.] ha scelto di attivare e portare avanti diverse iniziative, peraiutare le famiglie ad affrontare il periodo prolungato a casa.
In una pagina dedicata del nostro sito, ad esempio (a questo link), è possibile visualizzare diverse categorie, contraddistinte da colori vivaci, per facilitare la navigazione alle persone ipovedenti o con disturbi dello spettro autistico.
Tra le altre categorie vi sono il Supporto psicologico a distanza con esperti e Leggiamo insieme #ioleggoacasa, in cui è possibile trovare storie in CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa), audiostorie o una parte dedicata all’arte con la sezione Monumenti e la loro storia in CAA.
Vi è poi Ricettiamo, ove proponiamo alcune ricette con esempi esplicativi e Impariamo giocando, con materiali e attività a cura delle nostre logopediste, su diverse tematiche. Dal canto suo, lo staff della nostra Biblioteca Speciale si rende disponibile alla realizzazione di materiale socio-educativo su richiesta.
E ancora, App free, lista di app gratuite suddivise in quattro aree tematiche (Apprendimento e Didattica; Cognitiva e Sensoriale; Emotiva ed Affettiva; CAA), mentre all’interno dell’iniziativa M’illumino di Blu, abbiamo ideato La CAA e la storia visiva di…, percorso visivo tra i monumenti principali dei Comuni del nostro territorio regionale che hanno risposto, nella Giornata del 2 Aprile, illuminandosi di blu, colore-simbolo dell’autismo. È stata, questa, una realizzazione pensata per rendere fruibili i monumenti locali a tutte le persone che hanno problemi di comunicazione, che sono affetti da autismo o con disabilità cognitiva. Per ogni monumento è stata riportata una breve descrizione, accompagnata da cenni storici, sia in lettoscrittura sia in Comunicazione Aumentativa. Il linguaggio di comunicazione gratuito, con cui sono stati elaborati i testi, permette di garantire una lettura accessibile a tutti, e in tal senso stiamo lavorando per mettere a disposizione delle famiglie, nella citata sezione Leggiamo insieme #ioleggacasa, diversi titoli tra quelli a disposizione della Biblioteca Speciale.

Tutto ciò per dire che le famiglie hanno bisogno di sentirsi unite, anche in questa situazione che ci vede distanti, e per questo vogliamo essere loro vicini, mettendo a disposizione i nostri materiali e conoscenze.

La Fondazione ARCA (Autismo Relazione Cultura e Arte) di Senigallia (Ancona) è nata per legare in un progetto sociale e culturale due dimensioni solo apparentemente inconciliabili, come l’autismo e l’arte (bibliotecaspeciale@fondazionearca.org).