Supporto psicologico, fisioterapia e yoga: le proposte della Fondazione Ariel

Il servizio di supporto psicologico telefonico gratuito “Pronto, Ariel”, i brevi video di “Giochi di movimento”, per non perdere i benefìci della fisioterapia, “Yoga online con Ariel”, pratiche di yoga in streaming, ed entro breve anche un corso di training autogeno: sono le nuove proposte attivate in questo periodo dalla Fondazione Ariel, che opera a fianco in particolare delle famiglie con bambini e ragazzi affetti da paralisi cerebrale infantile

Servizio "Pronto, Ariel"

Tra le proposte della Fondazione Ariel per questo periodo di emergenza, vi è anche il servizio di supporto psicologico “Pronto, Ariel”

Pur essendo stata costretta anch’essa a sospendere tutte le attività in presenza e una serie di appuntamenti già programmati, la Fondazione Ariel – che opera a fianco in particolare delle famiglie con bambini e ragazzi affetti da paralisi cerebrale infantile – non ha fermato le proprie iniziative, continuando a garantire il proprio servizio di orientamento telefonico e online per tutti i genitori, oltre ad aggiornare tutti costantemente, attraverso i propri canali social, con informazioni relative soprattutto alle misure adottate per l’emergenza epidemiologica, oltre a fornire spunti e idee per affrontare queste giornate “sospese” in famiglia.
Ma non solo: sono nate infatti anche alcune nuove proposte, come Pronto, Ariel, servizio di supporto psicologico telefonico gratuito, insieme alla psicologa e psicoterapeuta Carla Gaddi, dedicato a tutti i genitori di bambini con disabilità che si trovano in isolamento o quarantena domiciliare a seguito dell’attuale emergenza, per dare ascolto alle fatiche, a stanchezza e tensioni, ma anche per rinfrancarsi e valorizzare le proprie risorse. Sono stati quindi realizzati dei brevi video di Giochi di movimento, esercizi per non perdere i benefici della fisioterapia, insieme al fisioterapista Massimo Cozzaglio. E ancora, Yoga online con Ariel, pratiche di yoga in streaming con il maestro Luca Pesacane, dedicate in particolare a tutti i genitori e agli operatori medici (il prossimo appuntamento è in programma per domani, 11 aprile). Infine, partirà a breve anche un corso di training autogeno sempre in streaming. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Francesca Naboni (francesca.naboni.ariel@humanitas.it).

Stampa questo articolo