Anche le esigenze del mondo dell’autismo, nel documento elaborato dalla FISH

«La complessità e la trasversalità degli argomenti sono stati alla base dell’attenzione che le persone con disabilità e le loro famiglie meritano in questo momento delicato di emergenza sanitaria che ha investito la nostra Nazione»: lo dichiara Benedetta Demartis, presidente dell’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), a proposito del documento elaborato dalla Federazione FISH, che verrà utilizzato come base del confronto istituzionale con il Governo e al quale la stessa ANGSA ha contribuito, «esponendo anche le esigenze del mondo dell’autismo», come sottolinea Demartis

Elaborazione grafica dedicata ai diritti delle persone con autismo (il testo recita: “Autistic rights are human rights”, ovvero “I diritti delle persone con autismo sono diritti umani”)

«Anche la nostra Associazione – dichiara in una nota Benedetta Demartis, presidente nazionale dell’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) – ha partecipato alla stesura del documento elaborato nei giorni scorsi dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), che fornisce dettagliatamente la ripartenza nella cosiddetta “fase 2”, frutto di un prezioso e minuzioso lavoro di confronto tra differenti gruppi di lavoro, uniti nella risposta alle diverse tematiche della disabilità». Il documento cui fa riferimento la Presidente dell’ANGSA, che verrà utilizzato come base del confronto istituzionale con il Governo, è disponibile, lo ricordiamo, a questo link, nella sua versione più aggiornata, e ce ne siamo già ampiamente occupati anche sulle nostre pagine.
«La complessità e la trasversalità degli argomenti – aggiunge Demartis – sono stati alla base dell’attenzione che le persone con disabilità e le loro famiglie meritano in questo momento delicato di emergenza sanitaria che ha investito la nostra Nazione. Ringrazio dunque coloro che hanno contribuito alla stesura e nella fattispecie i nostri Delegati che nei tavoli tematici hanno esposto le esigenze del mondo dell’autismo, ascoltando soprattutto le famiglie, le quali ogni giorno, in prima linea, vivono tanti disagi». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@angsa.it.

Stampa questo articolo