“Una stanza tutta per noi”: tante interviste a donne con disabilità

Si chiama “Una stanza tutta per noi”, la bella iniziativa promossa dal Gruppo Donne UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), consistente in un format di interviste settimanali a donne con disabilità che hanno storie ricche di avventure, arte, poesia, viaggi «e tanto altro da condividere con noi – come sottolineano le promotrici – per sentirci più vicine in questa difficile quarantena!». Chiunque potrà seguire le varie interviste in diretta Facebook, con la possibilità anche di fare domande sempre in diretta

Gruppo Donne UILDM, "Una stanza tutta per noi", maggio 2020Si chiama Una stanza tutta per noi, la bella iniziativa promossa dal Gruppo Donne UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), consistente in un format di interviste settimanali a donne con disabilità che hanno storie ricche di avventure, arte, poesia, viaggi «e tanto altro da condividere con noi – come sottolineano le promotrici – per sentirci più vicine in questa difficile quarantena!».

Valentina Bazzani, Chiara Bersani, Anita Pallara, Giulia Lamarca, Maria Chiara ed Elena Paolini, Marina Cuollo, Simona Spinoglio, Tania Bocchino, Laura Boerci, Maria Caponio, Sharon Paoli: sono questi solo alcuni dei nomi di coloro che saranno protagoniste del format, tutte donne con disabilità assai note anche ai Lettori di «Superando.it».
Si partirà quindi nel pomeriggio di domani, 13 maggio (ore 16), con l’intervista di Francesca Arcadu , componente del Gruppo Donne UILDM, a Simona Spinoglio, educatrice e counselor, componente dell’Associazione Famiglie SMA (atrofia muscolare spinale).

Chiunque potrà seguire le varie interviste in diretta Facebook sulla pagina del Gruppo Donne UILDM, con la possibilità anche di fare domande sempre in diretta. Le date dei singoli incontri verranno comunicate di volta in volta, sempre sulla citata pagina Facebook e attraverso la creazione di specifici eventi. (S.B.)

Ringraziamo Silvia Lisena per la segnalazione.

Per ulteriori informazioni: gruppodonne@uildm.it.

Stampa questo articolo