Bello che a così tante persone siano piaciute le poesie recitate da Veronica!

«Con i video in cui recita due poesie di Leopardi – dicono dall’Associazione AIPD – Veronica ha dimostrato quanto le persone con sindrome di Down siano cariche di energia positiva, di risorse e talenti, che sanno mettere a frutto e a disposizione della comunità anche in un momento di solitudine e di grande sofferenza. Anche stando a casa, Veronica è riuscita ad arrivare lontano!»: nemmeno Veronica, però, immaginava lontanamente che le sue poesie sarebbero diventate “virali” in rete, con ben 5 milioni di visualizzazioni e quasi 200.000 “like” in pochi giorni

Veronica dell'AIPD

Sono diventate subito “virali” in rete, le poesie di Leopardi recitate da Veronica

Quando qualche settimana ha inviato all’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) il proprio contributo nell’àmbito della campagna #ilsolerisorgesempre (di quest’ultima si legga già ampiamente sulle nostre pagine), Veronica non immaginava certo un successo tale da portarla ad ottenere ben 5 milioni di visualizzazioni in rete, oltre 16.000 condivisioni e quasi 200.000 like in pochi giorni.
La sua performance, semplice, ma piena di passione e autenticità, è consistita nella recitazione di due celebri poesie di Giacomo Leopardi, L’infinito e Il passero solitario, dedicate ai “suoi amici dell’AIPD”.

Veronica ha 29 anni, vive in un piccolo paese in provincia di Trapani, con la famiglia che da anni è socia affezionata dell’AIPD. È diplomata in un Istituto di moda, appassionata di attualità, di musica, di recitazione e naturalmente di poesia.
«È una ragazza positiva e sensibile, molto curiosa del mondo che la circonda», raccontano i genitori, meravigliati, ma orgogliosi soprattutto del fatto che con la figlia abbia potuto raggiungere con le sue poesie così tante persone in un momento difficile come quello attuale. «Prima dell’emergenza sanitaria – aggiungono – era impegnata in un corso professionale per diventare giardiniera. Ha sentito le poesie di Leopardi in televisione e le ha subito amate: le ha trascritte e poi ha iniziato a recitarle, per noi e per i suoi amici».

«Partecipando alla nostra campagna social con i suoi video – sottolineano dall’AIPD – Veronica ha dimostrato quanto le persone con sindrome di Down siano cariche di energia positiva, di risorse e talenti, che sanno mettere a frutto e a disposizione della comunità anche in un momento di solitudine e di grande sofferenza. Anche stando a casa, Veronica è riuscita ad arrivare lontano!». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampaaipd@gmail.com.

Stampa questo articolo