L’Esame di Maturità degli studenti con disabilità

Frutto dell’accordo tra il Ministero dell’Istruzione e le Organizzazioni Sindacali, il documento tecnico che fissa le modalità di svolgimento dell’Esame di Maturità in quest’anno così particolare contiene anche un paragrafo specificamente dedicato alle “Indicazioni per i candidati con disabilità”, in cui si scrive tra l’altro che «per favorire lo svolgimento dell’esame agli studenti con disabilità certificata sarà consentita la presenza di eventuali assistenti (es. OEPA, Assistente alla comunicazione)»

Didattica a distanzaFrutto dell’accordo tra il Ministero dell’Istruzione e le Organizzazioni Sindacali, il Documento tecnico sulla rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico per lo svolgimento dell’Esame di Stato nella scuola secondaria di secondo grado (disponibile integralmente a questo link) serve sostanzialmente a fissare le modalità di svolgimento dell’Esame di Maturità in quest’anno così particolare.
Esso contiene anche un paragrafo specificamente dedicato alle Indicazioni per i candidati con disabilità, che recita testualmente così: «Per favorire lo svolgimento dell’esame agli studenti con disabilità certificata sarà consentita la presenza di eventuali assistenti (es. OEPA, Assistente alla comunicazione); in tal caso per tali figure, non essendo possibile garantire il distanziamento sociale dallo studente, è previsto l’utilizzo di guanti oltre la consueta mascherina chirurgica. Inoltre per gli studenti con disabilità certificata il Consiglio di Classe, tenuto conto delle specificità dell’alunno e del PEI [Piano Educativo Individualizzato, N.d.R.], ha la facoltà di esonerare lo studente dall’effettuazione della prova di esame in presenza, stabilendo la modalità in video conferenza come alternativa». (S.B.)

Stampa questo articolo