Il grande successo di quei “Giochi in casa propria” di Special Olympics

«Con gli “Smart Games 2020” – scrivono dall’Associazione Muoversi Allegramente – abbiamo compreso che neppure una pandemia avrebbe potuto impedirci di vivere le emozioni dei Giochi Nazionali. E i nostri atleti vi hanno aderito con la consueta gioia e determinazione, con il prezioso supporto dei partner, dei tecnici e con lo straordinario coinvolgimento dei familiari». Parole che testimoniano il notevole successo ottenuto dagli “Smart Games”, chiamati anche “Giochi in casa propria”, iniziativa di Special Olympics Italia, il movimento dello sport praticato da persone con disabilità intellettive

Collage di partecipanti agli "Smart Games" di Special Olympics Italia

Un collage di partecipanti agli “Smart Games” di Special Olympics Italia

In un giorno qualunque di febbraio abbiamo appreso che un importante problema sanitario stava interessando il nostro Paese.
Qualche giorno dopo ci è stato comunicato che per salvaguardare la nostra salute e quella degli altri, avremmo dovuto stare più lontani e perciò sospendere le attività sportive così importanti per noi.
Ma dopo un primo momento di stupore e di paura, ci siamo ripresi e, abituati come siamo a “muoverci allegramente”, siamo subito stati disponibili a contagiarci sì… ma col sorriso, e in seguito a cambiare le nostre abitudini, imparando a seguire gli sport da remoto, con metodiche nuove delle quali ci siamo presto impadroniti.
Poi sono arrivati gli Smart Games 2020* di Special Olympics con i quali abbiamo compreso che neppure una pandemia avrebbe potuto impedirci di vivere le emozioni dei Giochi Nazionali. E i nostri atleti vi hanno aderito con la consueta gioia e determinazione, con il prezioso supporto dei partner, dei tecnici e con lo straordinario coinvolgimento dei familiari.
Grazie quindi a Special Olympics, per avere motivato e dato speranza alle nostre lunghe giornate. Grazie, perché tutti insieme siamo stati ancora una volta un esempio per il mondo dello sport.

*Definiti anche “Giochi in casa propria”, gli “Smart Games” promossi dal movimento Special Olympics Italia, hanno previsto nel mese di maggio una serie di gare al sicuro, in casa propria appunto, dove gli atleti aderenti al movimento hanno potuto cimentarsi in tutta Italia in diciassette diverse discipline.

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Muoversi Allegramente ONLUS di Nole (Torino) è associata a Special Olympics Italia, componente nazionale del movimento di sport praticato da persone con disabilità intellettive.

Stampa questo articolo