Più consapevolezza, da parte delle Istituzioni, sul ruolo del Terzo Settore

«Il Terzo Settore – dichiara Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore – non è un accessorio, ma un cardine per le nostre comunità del quale non ci si può ricordare soltanto nel momento del bisogno. Per questo è indispensabile che soprattutto nei prossimi mesi, fondamentali per la ripartenza del Paese, le nostre Istituzioni scelgano di sostenere il mondo del Terzo settore per quello che rappresenta nei nostri territori, ogni giorno, e per quello che con grande creatività e rapidità riesce a mobilitare in termini di nuove soluzioni sociali nei momenti di emergenza»

Elaborazione grafica dedicata al Terzo Settore«Il Terzo Settore ha saputo affrontare e vincere la sfida data dall’emergenza del Coronavirus, rispondendo in modo tempestivo, senza mai mancare all’appello, ai tanti problemi che via via si sono susseguiti nelle nostre comunità in questi mesi molto complicati. Nonostante questo, però, a volte continua a mancare da parte delle Istituzioni una chiara consapevolezza strutturale e profonda sul ruolo che oggi il Terzo Settore ha oggi per il sistema Italia, sia durante l’emergenza che fuori dall’emergenza»: a dirlo è stata Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, intervenendo alla Civil Week, la due giorni di eventi online promossa dla «Corriere della Sera».

«Il Terzo Settore – ha aggiunto Fiaschi – non è un accessorio, ma un cardine per le nostre comunità del quale non ci si può ricordare soltanto nel momento del bisogno. Ed è per questo che soprattutto nei prossimi mesi, fondamentali per la ripartenza del Paese, è indispensabile che le nostre Istituzioni scelgano di sostenere il mondo del Terzo settore per quello che rappresenta nei nostri territori, ogni giorno, e per quello che con grande creatività e rapidità riesce a mobilitare in termini di nuove soluzioni sociali nei momenti di emergenza». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: stampa@forumterzosettore.it (Anna Monterubbianesi).

Stampa questo articolo