Una app che facilita la lettura dei testi scolastici ai ragazzi con dislessia

Promosso dalla collaborazione fra la ONLUS Seleggo. I Lions Italiani per la Dislessia e i neuropsicologi dell’Istituto Medea-La Nostra Famiglia di Bosisio Parini (Lecco). il servizio gratuito Seleggo fornisce numerosi strumenti compensativi, che facilitano la lettura dei testi scolastici a ragazzi e ragazze con dislessia. Ora le funzionalità di Seleggo sono disponibili anche offline, tramite smartphone e tablet, grazie alla app anch’essa gratuita per “Android” e “IOS”

Utilizzo di Seleggo tramite il tablet

Utilizzo di Seleggo tramite il tablet

Lettura facilitata con la scelta del font, uso di caratteri grandi e distanziati, ascolto della voce tramite la sintesi vocale con scelta della velocità, uso del karaoke per evidenziare la parola letta, possibilità di sottolineatura, aggiunta di appunti, ricerca sul dizionario Zanichelli e ricerca di immagini: sono i numerosi strumenti compensativi messi a disposizione online dal servizio gratuito Seleggo, in favore degli studenti e delle studentesse con dislessia, per facilitar loro la lettura dei testi scolastici.
Ora le funzionalità di Seleggo sono disponibili anche offline, grazie alla app anch’essa gratuita per Android e IOS, che consente di scaricare e utilizzare i libri di scuola ottimizzati dal sistema, tramite i vari strumenti indicati.

«La nuova app – spiegano i promotori dell’iniziativa – è perfettamente integrata col sito: gli utenti già iscritti che fanno login dal tablet o dallo smartphone trovano nell’app i propri libri e possono scaricarli, mentre chi non è ancora utente può registrarsi direttamente dall’app. Quando si è collegati alla rete, quest’ultima funziona come il sito, quando invece si è scollegati, non è possibile effettuare ricerche sul dizionario e ricerche di immagini, ma i libri nella libreria personale dell’utente sono comunque disponibili. Eventuali sottolineature e annotazioni effettuate offline vengono automaticamente sincronizzate al primo collegamento alla rete».

Ma chi sono esattamente i promotori dell’iniziativa? Seleggo è nato dalla collaborazione fra la ONLUS Seleggo. I Lions Italiani per la Dislessia e i neuropsicologi dell’Istituto Medea-La Nostra Famiglia di Bosisio Parini (Lecco).
«L’emergenza Covid – sottolinea Massimo Molteni, responsabile dell’Area di Psicopatologia dello Sviluppo dell’IRCCS Medea – sta imponendo la revisione di tutti i percorsi clinici e riabilitativi. Questa nuova funzionalità sarà dunque certamente utile per aiutare i ragazzi con dislessia e verrà presto adottata e consigliata nei nuovi percorsi a favore della dislessia che verranno sviluppati nei Centri dell’Associazione La Nostra Famiglia: la tecnologia, infatti, può senz’altro aiutare lo sviluppo di risposte più adeguate ai bisogni dei ragazzi».
«La validità scientifica dello strumento – dichiara dal canto suo Enrico Pons, presidente di Seleggo. I Lions Italiani per la Dislessia -, la sua facilità d’uso, l’incremento costante del catalogo dei libri di testo richiesti direttamente dalle scuole, nonché l’offerta completamente gratuita, hanno determinato il successo di Seleggo, adottato oggi in molti Istituti Comprensivi e con un numero elevato di iscrizioni singole di studenti dislessici. La nuova app consentirà di soddisfare ulteriori esigenze di flessibilità ed autonomia». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficio.stampa@lanostrafamiglia.it.

La dislessia
Il più diffuso DSA (disturbo specifico di apprendimento) è la dislessia, cioè il disturbo specifico della lettura, che si manifesta e si evolve in concomitanza dell’inizio dell’attività scolastica, quando emergono le prime difficoltà nell’attivare in maniera fluente e senza affaticamento tutte quelle operazioni mentali necessarie per leggere, quali riconoscere le lettere singole, le sillabe e quindi le parole, associandole ai suoni corrispondenti. Frequenza degli errori e lentezza nella decodifica ne sono i tipici aspetti: il bambino può, per esempio, presentare difficoltà nel riconoscere, scambiandoli tra loro, grafemi che differiscono visivamente per piccoli particolari quali: “m” con “n”, “c” con “e”, “f” con “t”, “a” con “e”.
Gli altri DSA sono la disortografia, la disgrafia e la discalculia.

Stampa questo articolo