Agire assieme senza rinunciare alla propria identità

Organizzato dal proprio Gruppo di Cuneo, sarà quest’anno virtuale, e quindi alla portata di tutti, il campo estivo dell’AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau), denominato “Fare rete? Agire assieme senza rinunciare alla propria identità”, che si articolerà su tre incontri online, dal pomeriggio di oggi, 13 luglio, a quello di mercoledì 15. Durante ogni incontro, il Gruppo promotore inviterà un ospite del proprio territorio per trattare un aspetto diverso del tema prescelto

Tante mani collegate in rete tra loro

L’immagine scelta dall’AIFO, per rappresentare il campo estivo virtuale 2020

Organizzato dal proprio Gruppo di Cuneo, sarà quest’anno virtuale, e quindi alla portata di tutti, il campo estivo dell’AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau), denominato Fare rete? Agire assieme senza rinunciare alla propria identità, che si articolerà su tre incontri online, dal secondo pomeriggio di oggi, lunedì 13 luglio a quello di mercoledì 15 luglio (sempre dalle 18 alle 19.30).
Durante ogni incontro, dunque, il Gruppo promotore inviterà un ospite del proprio territorio per trattare un aspetto diverso del tema prescelto.

Protagonista dell’appuntamento di oggi, 13 luglio, intitolato Insieme è meglio – Lavorare in rete per vincere paure e sostenere la speranza, sarà Gigi Garelli, presidente di Orizzonti di Pace, coordinatore del Gruppo di Lavoro per il Calendario Interreligioso di Cuneo.
Domani, invece, martedì 14, relatore dell’incontro Non più accettare di essere felici da soli, sarà Mario Tretola, vicepresidente delle ACLI Piemonte, Garante per le Persone Detenute a Cuneo.
Mercoledì 15, infine (La conversione comunitaria – Ai problemi sociali si risponde con reti comunitarie), l’ospite sarà don Flavio Luciano, direttore della Pastorale Sociale e del Lavoro, della Giustizia, della Pace e della Custodia del Creato per il Piemonte e la Valle d’Aosta, responsabile regionale del progetto Policoro (Giovani Vangelo Lavoro).

L’AIFO, lo ricordiamo, è un’organizzazione non governativa che opera nel campo della cooperazione internazionale allo sviluppo, realizzando iniziative socio-sanitarie per i diritti degli ultimi e per lo sviluppo inclusivo. A tal proposito ha anche avviato nel 2011 l’alleanza strategica RIDS (Rete Italiana Disabilità e Sviluppo), insieme a EducAid, DPI Italia (Disabled Peoples’ International) e FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), per occuparsi di cooperazione allo sviluppo delle persone con disabilità, in àmbito internazionale. È anche partner dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), collaborando in particolare con l’Unità per la Disabilità e la Riabilitazione dell’OMS stessa, per promuovere l’approccio dello sviluppo inclusivo su base comunitaria. (S.B.)

Per partecipare agli incontri del campo estivo di AIFO, è sufficiente compilare la scheda di adesione presente a questo link e inviarla a info@aifo.it (la locandina è a quest’altro link). Gli incontri verranno poi diffusi sulla piattaforma Jitsi collegandosi a questo link.

Stampa questo articolo