Un Tavolo Tecnico per analizzare l’attuazione della Legge sul “Dopo di Noi”

L’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità, attivo presso la Presidenza del Consiglio, ha istituito un Tavolo Tecnico per l’analisi degli aspetti giuridici e fiscali di attuazione della cosiddetta Legge sul “Dopo di Noi” (Legge 112/16), che sarà composto da rappresentanti della stessa Presidenza del Consiglio, del Consiglio Nazionale del Notariato e delle Federazioni maggiormente rappresentative delle persone con disabilità (FAND, FISH), articolando il proprio lavoro su momenti di confronto con interlocutori istituzionali, del Terzo Settore e della Società Civile

Omini intorno a un Tavolo TecnicoL’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità, come si legge in una nota diffusa dallo stesso, ha istituito un Tavolo Tecnico per l’analisi degli aspetti giuridici e fiscali di attuazione della cosiddetta Legge sul “Dopo di Noi” (Legge 112/16, nota anche come “Legge sul Durante e Dopo di Noi”).
«Il Tavolo Tecnico – spiegano dall’Ufficio attivo presso la Presidenza del Consiglio – nasce nel solco delle maggiori risorse volute dal Presidente del Consiglio con il “Decreto Rilancio” [Decreto Legge 77/20, N.d.R.], per favorire progetti di vita indipendente e di deistituzionalizzazione, con lo scopo di elaborare possibili proposte migliorative della normativa in esame. Fra gli obiettivi del tavolo, anche quello di incentivare l’utilizzo dei relativi strumenti previsti a favore delle persone con disabilità grave e delle loro famiglie (polizze assicurative, trust, vincoli di destinazione)».
«Il Tavolo – conclude la nota – sarà composto da rappresentanti della Presidenza del Consiglio, del Consiglio Nazionale del Notariato e delle Federazioni maggiormente rappresentative delle persone con disabilità (FAND, FISH), e articolerà il proprio lavoro su momenti di confronto con interlocutori istituzionali, del Terzo Settore e della Società Civile». (S.B.)

Stampa questo articolo