I volontari della Croce Rossa a fianco dell’AISLA di Firenze

Già da tempo l’AISLA di Firenze (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) aveva deciso di offrire ai propri Associati affetti da SLA il servizio di consegna a domicilio dei farmaci del piano terapeutico e dei prodotti per l’alimentazione artificiale, ma ora, per rendere effettivo tale servizio, il Comitato di Firenze della Croce Rossa Italiana (CRI) ha messo a disposizione i propri volontari. L’importante collaborazione consentirà di fornire un concreto aiuto a numerose persone, viste anche le difficoltà oggettive degli ultimi mesi e il perdurare delle misure di distanziamento

Barbara Gonella e Lorenzo Andreoni

Barbara Gonella, presidente dell’AISLA di Firenze e Lorenzo Andreoni, presidente del Comitato di Firenze della Croce Rossa Italiana

«Conosco bene l’efficienza, la professionalità e il senso profondo di solidarietà dei volontari della CRI di Firenze (Croce Rossa Italiana), valori che li accomunano ai nostri Volontari. Per questo siamo molto felici e orgogliosi di questa partnership».
Così Barbara Gonella, presidente dell’AISLA di Firenze (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), commenta con soddisfazione l’importante collaborazione avviata dalla propria organizzazione con la CRI di Firenze, grazie anche alla disponibilità del presidente di quest’ultima Lorenzo Andreoni e di Antonello Paliotta, tesoriere e vicepresidente dell’AISLA fiorentina, impegnatosi da sempre per facilitare l’accordo. Un riconoscimento, quindi, al lavoro dell’AISLA e un concreto aiuto alle persone con la SLA, viste anche le difficoltà oggettive degli ultimi mesi e il perdurare delle misure di distanziamento.
Già da tempo, infatti, l’AISLA del capoluogo toscano aveva deciso di offrire ai propri Associati affetti da SLA il servizio di consegna a domicilio dei farmaci del piano terapeutico e dei prodotti per l’alimentazione artificiale. Ora appunto, per rendere effettivo tale servizio, la CRI di Firenze ha messo a disposizione i propri volontari. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: comunicazione@aislafirenze.it (Lorenzo Somigli).

Stampa questo articolo