Toscana: una più ampia azione di promozione e tutela della salute mentale

All’interno di un protocollo sottoscritto nei giorni scorsi tra la Regione Toscana e il Coordinamento Toscano delle Associazioni per la Salute Mentale, che prevede anche un finanziamento di 25.000 euro, si concorda «sulla necessità di attivare e sviluppare forme di cooperazione e integrazione al fine di assicurare una più ampia azione di promozione e tutela della salute mentale della popolazione della Toscana»

Realizzazione grafica con figura sfuocata e raddoppiata di uomo con la bocca spalancata e il braccio sinistro alzato, su sfondo rossoAll’interno di un protocollo sottoscritto nei giorni scorsi tra la Regione Toscana e il Coordinamento Toscano delle Associazioni per la Salute Mentale, che prevede anche un finanziamento di 25.000 euro, si concorda «sulla necessità di attivare e sviluppare forme di cooperazione e integrazione al fine di assicurare una più ampia azione di promozione e tutela della salute mentale della popolazione della Toscana».
A tale scopo, si legge ancora nel Protocollo, «ci si impegna a concordare azioni congiunte e a collaborare a singole iniziative rispondenti agli indirizzi programmatici condivisi come la lotta allo stigma, l’integrazione sociale, lavorativa e abitativa, l’organizzazione di convegni e iniziative per informare e orientare positivamente l’opinione pubblica su queste tematiche». (S.B.)

Ringraziamo per la segnalazione Informare un’h-Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli di Peccioli (Pisa).

Per ulteriori approfondimenti, accedere a questa pagina, nel sito di «Toscana Notizie», Agenzia di Informazione della Giunta Regionale Toscana.

Stampa questo articolo