Giornata Nazionale UILDM: da “portatori di handicap” a portatori di possibilità

«Siamo passati da “portatori di handicap”, come si diceva in passato, a portatori di possibilità. Oggi vogliamo ribadire che la nostra fragilità non ci ferma, che l’isolamento si può superare e che fuori c’è la vita»: così Marco Rasconi, presidente della UILDM, presenta la nuova Giornata Nazionale dell’Associazione, che dal 5 all’11 ottobre si baserà sullo slogan “Vogliamo continuare insieme a te”, messaggio forte per far sì che le Sezioni UILDM continuino ad essere un punto di riferimento per le persone con malattie neuromuscolari, scongiurando il rischio della loro chiusura

Immagine-simbolo della Giornata Nazionale UILDM 2020«Siamo passati dall’essere “portatori di handicap”, come si diceva in passato, all’essere portatori di possibilità. Con questa Giornata vogliamo ribadire che la nostra fragilità non ci ferma, che l’isolamento si può superare e che fuori c’è la vita. Ogni contributo sarà prezioso per migliorare la qualità della vita delle persone con distrofia muscolare, e ci aiuterà a garantire un anno di trasporto, consulenza medica, riabilitazione»: così Marco Rasconi, presidente nazionale della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) presenta la nuova Giornata Nazionale di questa Associazione, in programma dal 5 all’11 ottobre, supportata anche da un numero solidale (45581) attivo fino al 18 del mese.
«Vogliamo continuare insieme a tespiegano dalla UILDM – è lo slogan che accompagnerà l’evento e quest’anno assumerà un valore particolare. Il 2020, infatti, è stato un anno molto difficile, con l’emergenza sanitaria che ha messo, e continua a mettere a dura prova, le nostre migliaia di volontari, che sono rimasti a fianco delle persone malate di distrofia muscolare e delle loro famiglie. La Giornata Nazionale, dunque, torna per far sì che le nostre 66 Sezioni territoriali continuino ad essere un punto di riferimento per i malati in tutta Italia e per scongiurare il rischio della loro chiusura».

Dal 5 all’11 ottobre, quindi, i volontari delle Sezioni UILDM distribuiranno 15.000 confezioni della pregiata miscela di caffè Chicco D’Oro, collocata all’interno di una latta di alluminio da collezione, personalizzata con un’illustrazione dedicata all’Associazione UILDM dal fumettista Tino Adamo, collaboratore della casa editrice Bonelli.
Il caffè sarà disponibile presso le Sezioni (con un’offerta minima di 10 euro), oppure si potrà anche ordinare online nel sito dedicato all’evento.
«Ogni anno – preme sottolineare alla UILDM – i nostri 9.195 volontari percorrono 648.000 chilometri, e le 66 Sezioni della nostra Associazione offrono 4.487 consulenze mediche e 16.322 ore di riabilitazione neuromotoria e respiratoria. Si tratta di tanti piccoli grandi gesti, semplici come un caffè bevuto insieme, ma che significano futuro per chi ha una malattia neuromuscolare e per le famiglie coinvolte. Sono risposte concrete che da sessant’anni offriamo ogni giorno a chi convive con una distrofia o un’altra malattia neuromuscolare».
Sono circa 200 le patologie ereditarie di origine genetica di cui si occupa la UILDM e colpiscono nel nostro Paese circa 40.000 persone. Si tratta di malattie degenerative con un grande impatto sulla vita di chi ne è colpito. Proprio per queste persone, l’Associazione vuole continuare ad essere un punto di riferimento e a garantire questi servizi essenziali.

Tra le altre iniziative promosse per la nuova Giornata Nazionale, vi è innanzitutto uno spot realizzato ad hoc, che andrà in onda sulle reti LA7 e LA7d, sulla piattaforma Discovery Italia e sui canali SKY, oltreché su numerose altre emittenti televisive e radiofoniche a livello nazionale e locale.
Per raggiungere poi più persone possibili, la UILDM ha creato anche il format Un caffè con…, che verrà diffuso in diretta Facebook dal 4 all’11 ottobre (a questo link), e che vedrà ogni giorno il presidente Rasconi incontrerà un ospite diverso per bere un caffè insieme.
Il primo ospite, domenica 4 ottobre (ore 16) sarà Andrea Locatelli, campione del mondo nella categoria Supersport 600 di motociclismo. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: uildmcomunicazione@uildm.it.

Stampa questo articolo