Friuli Venezia Giulia: contributi ai Comuni per eliminare le barriere

«Questo è un importante tassello per il miglioramento dell’accessibilità della nostra Regione, che determinerà un accrescimento della sensibilità su queste tematiche di tecnici e amministratori e l’avvio di una trasformazione del territorio in una chiave più inclusiva»: lo sottolineano dal CRIBA FVG, il Centro che ha collaborato all’elaborazione delle Linee Guida Linee Guida per la predisposizione dei PEBA (Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche), documento rivolto dalla Regione ai Comuni, che potranno anche avvalersi di contributi, per predisporre il proprio PEBA

Giovane in carrozzina davanti a una scalinataNegli ultimi mesi il CRIBA FVG (Centro Regionale del Friuli Venezia Giulia su Barriere Architettoniche e Accessibilità) è stato fortemente impegnato in un lavoro svolto congiuntamente con la Direzione Centrale Infrastrutture e Territorio della Regione Friuli Venezia Giulia, oltreché con le Università di Trieste e Udine, per arrivare all’elaborazione delle Linee Guida per la predisposizione dei PEBA (Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche), previste dall’articolo 8 bis, comma 3 della Legge Regionale del Friuli Venezia Giulia 10/18 (Principi generali e disposizioni attuative in materia di accessibilità), documento approvato con decreto del Direttore del Regionale Servizio Edilizia e in seguito rese pubbliche nel sito ufficiale della Regione (a questo link).

«L’obbligo di redazione e adozione dei PEBA – ricordano dal CRIBA FVG -, a carico delle Amministrazioni Pubbliche competenti, è disciplinato a livello nazionale dalla Legge 41/86 (articolo 32, comma 21), successivamente integrata dalla Legge 104/92 (articolo 24, comma 9). La Regione Friuli Venezia Giulia ha quindi elaborato queste Linee Guida, per offrire ai Comuni un supporto metodologico e operativo rispetto alle fasi di preparazione, elaborazione, approvazione e aggiornamento dei PEBA, affinchè gli stessi PEBA garantiscano requisiti di qualità e omogeneità su tutto il territorio. Il documento si inquadra all’interno dell’approccio verso l’accessibilità per tutti che la Regione ha fatto proprio e reso esplicito attraverso la Legge Regionale 10/18».

A seguito dunque dell’approvazione delle Linee Guida, la Direzione Centrale Infrastrutture e Territorio della Regione Friuli Venezia Giulia ha predisposto un avviso contenente le modalità e i termini per la concessione e l’erogazione del contributo rivolto ai Comuni della Regione stessa, a sostegno delle spese per la predisposizione del PEBA.
«Le Linee Guida e l’attivazione del canale contributivo rivolto ai Comuni – sottolineano dal CRIBA FVG – rappresentano un importante tassello verso il miglioramento dell’accessibilità della nostra Regione, che sicuramente determinerà un accrescimento della sensibilità su queste tematiche di tecnici e amministratori e l’avvio di una trasformazione del territorio in una chiave più inclusiva». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: criba@criba-fvg.it.

Stampa questo articolo