Ventiquattr’ore a nuoto per le persone con la SLA e le loro famiglie

«Stiamo lavorando al massimo per garantire l’assistenza delle persone con la SLA (sclerosi laterale amiotrofica) e il supporto alle loro famiglie. Anche nei mesi più difficili siamo rimasti al loro fianco e adesso abbiamo ulteriormente aumentato i servizi. Proprio per questo la nostra maratona di nuoto assume in un anno tanto particolare come questo un significato ancora maggiore»: così Barbara Gonella, presidente dell’AISLA di Firenze, presenta la maratona di ventiquattr’ore di nuoto denominata “Una vasca per AISLA Firenze”, in programma per il 17 e il 18 ottobre nel capoluogo toscano

Locandina della maratona di nuoto "Una vasca per AISLA Firenze"«Stiamo lavorando al massimo al fine di garantire ciò a cui più teniamo: l’assistenza delle persone con la SLA (sclerosi laterale amiotrofica) e il supporto alle loro famiglie. Anche nei mesi più difficili siamo rimasti al loro fianco e adesso abbiamo ulteriormente aumentato i servizi, come nel caso della consegna a domicilio dei farmaci, in convenzione con la Croce Rossa di Firenze [se ne legga anche sulle nostre pagine, N.d.R.]. Ed è proprio per questo che la nostra maratona di nuoto, fondamentale per sostenere le nostre attività, assume in un anno tanto particolare come questo un significato ancor maggiore. Grazie quindi all’Unione Sportiva Affrico che ci ospiterà e a tutti i nostri partner e sostenitori. AISLA Firenze c’è!».
Così Barbara Gonella, presidente dell’AISLA di Firenze (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica), presenta un evento quanto mai atteso quale la maratona di ventiquattr’ore di nuoto denominata Una vasca per AISLA Firenze, iniziativa prevista originariamente a marzo e poi annullata per l’emergenza, ora in calendario per sabato 17 e domenica 18 ottobre (inizio alle ore 13 del sabato), presso l’impianto San Marcellino (Via Chiantigiana, 28), che è in concessione alla Polisportiva U.S. Affrico.

Alla presentazione pubblica della maratona – che si svolgerà in contemporanea, come previsto in origine, con Borgo San Lorenzo, Reggello e San Casciano – hanno partecipato, insieme a Gonella, anche Nicola Armentano, consigliere della Città Metropolitana di Firenze delegato allo Sport, Cosimo Guccione, assessore allo Sport del Comune di Firenze, Andrea Prayer, consigliere dell’AISLA di Firenze e Niccolò Beni, già nuotatore olimpico.
«Ringrazio l’AISLA – ha dichiarato per l’occasione Armentano – per la sua attività che testimonia l’importanza di esercitare lo sport a ogni livello come strada di coinvolgimento, partecipazione e amicizia; è su questo tessuto che intendiamo approfondire la cooperazione della Città Metropolitana. C’è infatti una costellazione associativa che può diventare ancora di più rete e che ha bisogno di incoraggiamento e sostegno fattivo».
«Ancora una volta lo sport – ha aggiunto Guccione – si dimostra fondamentale per diffondere messaggi di solidarietà e beneficenza. Siamo orgogliosi come Comune di Firenze di sostenere ancora una volta le attività di AISLA e, tramite loro, tutti i loro assistiti».

Da ricordare in conclusione che a fianco dell’AISLA fiorentina vi saranno varie realtà del territorio, con il patrocinio della Regione Toscana, della Città Metropolitana e del Comune di Firenze, della FIN Toscana (Federazione Italiana Nuoto) e dell’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti). Collaborerà inoltre alla realizzazione l’agenzia immobiliare RE/MAX Ideale. (S.B.)

Alla luce delle nuove norme di contenimento del coronavirus, sarà obbligatorio prenotarsi, per partecipare a Una vasca per AISLA Firenze, specificando l’orario in cui si vorrà essere presenti, scrivendo a: 24orenuoto@aislafirenze.it. Per ulteriori informazioni: comunicazioneaislafirenze.it (Lorenzo Somigli).

Stampa questo articolo