Due veicoli per l’assistenza domiciliare ai malati gravi e cronici

Grazie alla campagna di raccolta fondi nel web denominata “Medico a bordo” e a un contributo della Fondazione CR Firenze, la FILE di Firenze (Fondazione italiana di Leniterapia) ha potuto acquistare due nuove autovetture per l’assistenza domiciliare ai malati gravi e cronici, ove saliranno i medici della Fondazione stessa, che prestano aiuto ai pazienti direttamente al loro domicilio.

Mano di un assistente domiciliare che stringe quella della persona assistitaGrazie alla campagna di raccolta fondi nel web denominata Medico a bordo e a un contributo della Fondazione CR Firenze, la FILE di Firenze (Fondazione italiana di Leniterapia) ha potuto acquistare due nuove autovetture per l’assistenza domiciliare ai malati gravi e cronici, ove saliranno i medici della Fondazione stessa, che prestano aiuto ai pazienti direttamente al loro domicilio.
La campagna era nata sostanzialmente perché da quando è cominciata l’emergenza da coronavirus, il numero dei malati gravi e cronici rivoltisi alla FILE è molto cresciuto, soprattutto per quel che riguarda le richieste di attivazione delle assistenze domiciliari.
«Donatella Carmi, la nostra cara presidente scomparsa pochi giorni fa, credeva molto in questo progetto: per questo siamo così contenti che l’obiettivo sia stato raggiunto»: hanno dichiarato medici e volontari della FILE. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Galli Torrini Comunicazione (info@gallitorrini.com).

Stampa questo articolo