Il “QR Code dell’invalidità civile” dell’INPS: le caratteristiche e i limiti

In un articolo da noi pubblicato, a firma della testata «Persone con disabilità.it», avevamo informato di come l’INPS abbia implementato il proprio sistema QR Code dell’invalidità civile, per i verbali di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità, annunciandolo con uno specifico Messaggio. Di tale iniziativa si occupa un approfondimento del Servizio HandyLex.org, di cui suggeriamo senz’altro la consultazione, che analizza le caratteristiche e anche i limiti di quel sistema, come ad esempio quello di «non risolvere affatto alcuni problemi cronici nell’uso dei verbali»

Un "QR Code"In un recente articolo da noi pubblicato, a firma della testata «Persone con disabilità.it», avevamo informato di come l’INPS abbia implementato il proprio sistema QR Code dell’invalidità civile, per i verbali di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità, annunciandolo con lo specifico Messaggio n. 4019 del 30 ottobre.
Di tale iniziativa si occupa un utile approfondimento pubblicato dal Servizio HandyLex.org, che analizza dettagliatamente le esatte caratteristiche e anche i limiti di quel sistema, come ad esempio quello di «non risolvere affatto alcuni problemi cronici nell’uso dei verbali».
Ne suggeriamo senz’altro la consultazione (a questo link). (S.B.)

Stampa questo articolo