Va quest’anno alla Danimarca il premio per l’aeroporto europeo più accessibile

«Premiare e condividere le buone pratiche attuate dagli aeroporti in termini di accessibilità e di assistenza alle persone con disabilità, servirà a motivare un numero sempre maggiore di scali europei a migliorare l’accessibilità dei viaggi aerei»: così l’EDF, il Forum Europeo sulla Disabilità, parla dell’“Accessible Airport Award”, premio agli scali europei più accessibili, promosso da ACI-Europe, il Consiglio Internazionale degli Aeroporti Europei, insieme all’EDF stesso. Ad aggiudicarsi quest’anno il riconoscimento è stato l’Aeroporto di Copenaghen, la capitale della Danimarca

Aeroporto di Copenaghen

Un’immagine dell’Aeroporto di Copenaghen

Presentato nel giugno scorso sulle nostre pagine, l’Accessible Airport Award è un Premio agli aeroporti europei più accessibili, promosso da ACI-Europe, il Consiglio Internazionale degli Aeroporti Europei, insieme all’EDF, il Forum Europeo sulla Disabilità.
Si tratta di un’iniziativa volta appunto a conferire un riconoscimento agli scali continentali che abbiano raggiunto un alto livello di accessibilità, nonché una gamma di servizi e di assistenza ad alto livello, in riferimento alle persone con disabilità. «Condividendo infatti le migliori pratiche – era stato sottolineato dall’EDF -, puntiamo a motivare più aeroporti possibili, per migliorare sempre più l’accessibilità dei viaggi aerei».

Per quest’anno, dunque, il premio è andato all’aeroporto di Copenaghen, la capitale della Danimarca, «per gli sforzi compiuti verso l’accessibilità e i servizi inclusivi – come è stato sottolineato dalla giuria – in un momento come questo, particolarmente difficile per l’industria».
In particolare sono stati elogiati l’allestimento di una segnaletica basata sulle nuove tecnologie, i cancelli elettronici e i banchi per il check-in accessibili alle persone con ridotta mobilità, nonché il buon collegamento con i trasporti pubblici in prossimità dell’ingresso dell’aeroporto, che consente alle persone con disabilità di essere assistite dalla banchina ferroviaria allo scalo aeroportuale.
È stato inoltre apprezzato il sito web, ritenuto un efficace canale di comunicazione, contenente informazioni chiare e la possibilità di presentare facilmente un reclamo, nel caso in cui non vengano rispettati i diritti delle persone con disabilità non sono rispettati.
E da ultima, ma non ultima, la puntuale ed estesa azione di formazione di tutto il personale sulle esigenze delle persone a ridotta mobilità.

Da ricordare, infine, che una menzione speciale è andata anche all’aeroporto spagnolo di Málaga-Costa del Sol. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Accessibilità dell’EDF (Mher Hakobyan), mher.hakobyan@edf-feph.org.

Stampa questo articolo