Maggiore attenzione per le persone con autismo

«Lancio un appello e un invito ai Parlamentari di tutti gli schieramenti e gruppi, affinché ci sia maggiore attenzione riguardo le persone autistiche, specialmente in questo momento di emergenza sanitaria, e chiedo che venga garantito il diritto alla cura e una tutela maggiore verso coloro che vivono nei centri residenziali»: lo dichiara in una nota Benedetta Demartis, presidente nazionale dell’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Persone con Autismo)

Bambino fotografato di spalleNel ricordare l’emendamento all’articolo 80 della Legge di Bilancio per il 2021, proposto nella Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità dal deputato Marcello Gemmato, per chiedere un incremento di 50 milioni di euro da destinare al Fondo per l’Autismo, «questo stanziamento – commenta Benedetta Demartis, presidente nazionale dell’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici*) – che servirebbe a dedicare risorse a favore della ricerca scientifica, per il trattamento e le buone pratiche terapeutiche, nonché per la creazione di  centri di riabilitazione».
«A nome quindi dell’ANGSA – dichiara Demartis – lancio un appello e un invito ai Parlamentari di tutti gli schieramenti e gruppi, affinché ci sia maggiore attenzione riguardo le persone autistiche, specialmente in questo momento di emergenza sanitaria, e chiedo che venga garantito il diritto alla cura e una tutela maggiore verso coloro che vivono nei centri residenziali».
«Si unisca in maniera corale tutto il Parlamento – conclude la Presidente dell’ANGSA – per dare priorità ai bisogni delle famiglie con persone autistiche, le quali chiedono il riconoscimento dei loro diritti e maggiore dignità». (S.B.)

*In seguito alla recente approvazione di un nuovo Statuto, l’ANGSA è divenuta Associazione Nazionale Genitori Persone con Autismo.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@angsa.it.

Stampa questo articolo