- Superando.it - http://www.superando.it -

Noi, persone con autismo, e noi, donne caregiver, da sempre in lockdown!

Donna con la mascherina in una stanza buiaHa già superato in breve tempo le 20.000 adesioni la petizione denominata «Noi da sempre in lockdown!», più inclusione per le donne, l’autismo e la disabilità, lanciata da Davide Soldani, per conto del Gruppo Facebook dell’Associazione Noi per l’Autismo.

«Con questa petizione – si legge nella presentazione – vorremmo porre l’attenzione su una maggiore inclusione delle donne e delle persone con autismo o con altra disabilità sia a livello scolastico, sia lavorativo che sanitario, principalmente sollevando la famiglia (e le donne in particolar modo) da oneri assistenziali».
Tali istanze sono segnatamente rivolte al Governo, e in particolare alla Presidenza del Consiglio e ai Ministeri delle Politiche Familiari e delle Pari Opportunità, a quelli della Salute, del Lavoro e delle Politiche Sociali, dell’Istruzione e delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

Nello specifico si chiede di «poter accedere alla modalità di assistenza indiretta; di poter avere, in caso di didattica a distanza, un insegnante di sostegno e/o educatrice a domicilio; di poter effettuare un test salivare molecolare per il Covid-19 a domicilio; di essere supportati in caso di positività al coronavirus; di poter effettuare il vaccino antinfluenzale a domicilio».
Altre richieste più generali sono quelle di aumentare il Fondo per le Non Autosufficienze e il Fondo per l’Autismo, «al fine di garantire la completa attuazione della Legge 134/15 (Disposizioni in materia di diagnosi, cura e abilitazione delle persone con disturbi dello spettro autistico e di assistenza alle famiglie). (S.B.)

Ricordiamo ancora il link al quale è disponibile la petizione di cui si parla nella presente nota. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@noiperlautismo.org.