Vaccinare presto le persone con disabilità grave e i loro caregiver

Sostenuta da altre organizzazioni di persone con disabilità gravi, l’ASAMSI (Associazione per lo Studio delle Atrofie Muscolari Spinali Infantili) si è fatta promotrice nei giorni scorsi di un’iniziativa volta a far sì che nel Piano Vaccinale anti Covid-19 vengano inserite tra le fasce prioritarie non solo le persone con disabilità grave, ma anche i loro caregiver. In tal senso l’Associazione ha inviato una lettera a tutti i Presidenti di Regione e ai rispettivi Assessori alla Sanità

Preparazione di vaccino per il CovidSostenuta da un’altra ventina organizzazioni di persone con disabilità gravi, l’ASAMSI (Associazione per lo Studio delle Atrofie Muscolari Spinali Infantili) si è fatta promotrice nei giorni scorsi di un’iniziativa volta a far sì che nel Piano Vaccinale anti Covid-19 vengano inserite tra le fasce prioritarie non solo le persone con disabilità grave, ma anche i loro caregiver.
In tal senso la stessa ASAMSI ha sollecitato tutti i Presidenti di Regione e i rispettivi Assessori alla Sanità affinché «al più presto inseriscano appunto anche i caregiver nel Piano Vaccinale, così come fatto dalla Regione Abruzzo [se ne legga anche su queste pagine, N.d.R.]» e ha inviato una lettera al Ministero della Salute perché chiedere al proposito «chiare direttive nazionali». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: asamsionlus@gmail.com.

Stampa questo articolo