L’arte accessibile raccontata alla radio

“La nuova sfida del Museo Omero: toccare l’arte alla radio”: così lo scorso anno avevamo presentato “Toccare l’arte alla radio”, iniziativa promossa dal Museo Tattile Statale Omero di Ancona, in collaborazione con la radio dell’UICI Slash Radio Web, ciclo di incontri radiofonici dedicati all’arte e rivolti a tutti, tramite una comunicazione pienamente accessibile. Poenamente vinta quella sfida, alla luce del successo ottenuto, tanto che il 4 febbraio partirà una seconda edizione, articolata questa volta su dieci puntate

Giuliano Vangi, "Lui e Lei"

Giuliano Vangi, “Lui e Lei”, opera che fa parte della collezione del Museo Omero di Ancona. Vangi sarà protagonista, insieme ad Aldo Grassini, presidente del Museo Omero, del primo incontro compreso nella seconda edizione di “Toccare l’arte alla radio”

La nuova sfida del Museo Omero: toccare l’arte alla radio: così avevamo titolato, nella primavera dello scorso anno, il nostro testo di presentazione di Toccare l’arte alla radio, iniziativa promossa dal Museo Tattile Statale Omero di Ancona, in collaborazione con Slash Radio Web, radio ufficiale dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), quattro incontri radiofonici dedicati all’arte e rivolti a tutti, ma con particolare attenzione alle descrizioni delle opere presenti nella collezione museale marchigiana e agli artisti che le hanno realizzate, fornendo una comunicazione pienamente accessibile.
Ebbene, quella sfida è stata pienamente vinta, alla luce del grande successo ottenuto, che ha portato a organizzarne una seconda edizione, con gli stessi protagonisti, a partire da dopodomani, 4 febbraio, articolando questa volta il ciclo su dieci puntate totali del programma, previste sempre di giovedì pomeriggio (ore 15.20-16).

A condurre la trasmissione in diretta sarà come sempre sarà la giornalista Chiara Gargioli e ad animare il primo incontro del 4 febbraio saranno Aldo Grassini, presidente del Museo Omero, a colloquio con il celebre pittore e scultore Giuliano Vangi.
Successivamente, l’11 febbraio, Alessia Varricchio, del Dipartimento Comunicazione del Museo Omero, si occuperà di mito e divinità, mentre il 18 febbraio la scultrice Tiziana Felicioni verrà intervistata da Monica Bernacchia del Dipartimento Comunicazione del Museo Omero.
E ancora, il 25 febbraio il responsabile dei Progetti Speciali del Museo Omero Andrea Socrati si soffermerà sul pittore, scultore e incisore Walter Valentini, mentre il 4 marzo la coordinatrice dei Servizi del Museo Omero Annalisa Trasatti intervisterà la ricercatrice Mercedes Autieri sullo scultore e scrittore Pietro Consagra; l’11 marzo, quindi, a raccontarsi ad Aldo Grassini sarà il noto scultore non vedente Felice Tagliaferri.
Gli ultimi quattro incontri vedranno infine il 18 marzo Monica Bernacchia parlare dello scultore Alik Cavaliere con la figlia Fania, il 25 marzo Andrea Socrati incontrare Carlotta Montebello della Fondazione Arnaldo Pomodoro, il 1° aprile l’artista Bruno Ceccobelli intervistato da Annalisa Trasatti e l’8 aprile Alessia Varricchio proporre un excursus artistico tra Oriente e Occidente. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: redazione@museoomero.it.

Stampa questo articolo