La nascita dell’Associazione Sarda Stomizzati

«Dare supporto informativo e di prevenzione sui problemi attinenti tutte le situazioni richiedenti una stoma cutanea, nei confronti dei professionisti della salute, dei pazienti e volontari, affinché si possa conseguire il pieno successo terapeutico, insieme a quello funzionale rieducativo, il tutto per sviluppare in seno all’opinione pubblica e alle autorità competenti una corrente favorevole ai problemi assistenziali e rieducativi concernenti queste categorie di persone»: così la presidente Lorena Porceddu, presenta la nuova Associazione Sarda Stomizzati

Lorena Porceddu

Lorena Porceddu, presidente dell’Associazione Sarda Stomizzati

Alla presenza di Francesco Diomede, segretario nazionale dell’AISTOM (Associazione Italiana Stomizzati), organizzazione cui aderisce, si è formalmente costituita a Sassari l’Associazione Sarda Stomizzati che sarà presieduta da Lorena Porceddu di Sestu (Cagliari) (Vicepresidente Loreto Ciappeddu di Sassari; Segretaria/Tesoriere Serena Gherardini di Cagliari; altri Consiglieri: Gianluca Pittalis, Monica Bullitta, Susanna Piras, Laura Scanu, Valentina Martinez, Angelo Umana, Marina Cubeddu, Marco Salis e Annarita Bonfasto).
«Scopo di questa nostra nuova Associazione – spiega la presidente Porceddu – sarà quello di dare supporto informativo e di prevenzione sui problemi attinenti tutte le situazioni richiedenti una stoma cutanea, nei confronti dei professionisti della salute, dei pazienti e volontari, affinché si possa conseguire il pieno successo terapeutico, insieme a quello funzionale rieducativo, il tutto per sviluppare in seno all’opinione pubblica e alle autorità competenti una corrente favorevole ai problemi assistenziali e rieducativi concernenti queste categorie di persone».
A fianco dell’Associazione Sarda Stomizzati vi sarà anche un Comitato Tecnico-Scientifico, composto da professionisti nell’ambito chirurgico, della psicologia e dell’oncologia, con la presenza, inoltre, di stomaterapiste e di tutto ciò che potrà rendere più agevole il superamento di criticità da parte dei pazienti portatori di stoma e oncologici in generale.
Per realizzare le finalità istituzionali, infine, la nuova organizzazione prevede di partecipare a bandi e progetti regionali, nazionali ed europei, dedicati al settore. (S.B.)

Ringraziamo Francesco Diomede per la collaborazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: diomede.francesco@gmail.com.

Stampa questo articolo