La realtà virtuale e la riabilitazione neurocognitiva

A partire da un lungo lavoro di ricerca e sperimentazione clinica del Laboratorio Sperimentale Afasia di Torino, l’Associazione DIRNE (Divulgazione della Riabilitazione Neurocognitiva) proporrà nel prossimo mese di marzo il ciclo di incontri online denominato “Realtà virtuale. Presente e futuro della riabilitazione neurocognitiva” e dedicato all’utilizzo della realtà virtuale per la riabilitazione del linguaggio, per il potenziamento delle funzioni cognitive in persone con danno neurologico acquisito e per la stimolazione cognitiva in pazienti con demenza

Immagine realizzata in occasione di un simposio nazionale sulla riabilitazione neurocognitiva in afasia

Immagine realizzata in occasione di un simposio nazionale sulla riabilitazione neurocognitiva in afasia

A partire da un lungo lavoro di ricerca e sperimentazione clinica del Laboratorio Sperimentale Afasia di Torino, l’Associazione DIRNE (Divulgazione della Riabilitazione Neurocognitiva) proporrà nel prossimo mese di marzo tre incontri online dedicati all’utilizzo della realtà virtuale per la riabilitazione del linguaggio, per il potenziamento delle funzioni cognitive in persone con danno neurologico acquisito e per la stimolazione cognitiva in pazienti con demenza.

Durante il ciclo di incontri, intitolato Realtà virtuale. Presente e futuro della riabilitazione neurocognitiva, verrà anche presentato lo studio Conversational Therapy through Semi-Immersive Virtual Reality Environments for Language Recovery and Psychological WellBeing in Post Stroke Aphasia (“Terapia conversazionale attraverso ambienti di realtà virtuale semi-immersivi per il recupero del linguaggio e il benessere psicologico nell’afasia post-ictus”), recentemente pubblicato dalla rivista internazionale «Behavioural Neurology». (S.B.)

Ringraziamo per la segnalazione Daniela Trunfio (Fondazione Carlo Molo).

Il corso sarà erogato su piattaforma Webex tramite invito. Per informazioni e iscrizioni: info@dirne.it.

Stampa questo articolo