La salute sessuale delle donne con sindrome di Down

Tanti sono stati i temi trattati, e tutti seguiti con grande interesse, durante l’incontro online promosso dall’Associazione AIPD e intitolato “La salute sessuale delle donne con sindrome di Down” (ne è ancora disponibile la registrazione). Grande spazio vi ha avuto tra l’altro la lotta ai pregiudizi e alle stigmatizzazioni che ancora persistono in questo àmbito e che oltre a rimuovere l’attenzione da aspetti fondamentali della vita di tutte le persone, aumentano dimostratamente il rischio di sfruttamento e abusi, gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili

Giovane donna con sindrome di Down

Una giovane donna con sindrome di Down

È ancora disponibile online (accedendo a questo link) la registrazione del seminario in rete promosso dall’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) e denominato La salute sessuale delle donne con sindrome di Down, che tanta partecipazione ha ottenuto il 24 febbraio scorso.
A condurlo è stata la ginecologa Anna Pompili, che opera presso un consultorio e all’Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata di Roma e che è cofondatrice di AMICA (Associazione Medici Italiani Contraccezione e Aborto); a moderarlo, invece, è stata Anna Contardi, coordinatrice nazionale dell’AIPD.
Tanti sono stati i temi trattati durante l’incontro, a partire dalla lotta ai pregiudizi e alle stigmatizzazioni che ancora persistono «e che oltre a rimuovere l’attenzione da aspetti fondamentali della vita di tutte le persone – come è stato detto – aumentano dimostratamente il rischio di sfruttamento e abusi, gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili».
Si è parlato inoltre del diritto di essere considerate pazienti del Servizio Sanitario Nazionale anche per quanto riguarda i controlli e le visite ginecologiche, oltreché di pubertà/adolescenza, mestruazioni, vaccini anti HPV, educazione sessuale, metodi contraccettivi, gravidanze e menopausa. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampaaipd@gmail.com.

Stampa questo articolo